Ecco finalmente una buona notizia per gli animalisti proveniente dal profilo di facebook del sindaco Gianluca Angelelli del comune di Civita Castellana (VB) : infatti ora adottare un cane presso il canile di tale paese sarà molto più facile e piacevole grazie agli aiuti economici promessi dal sindaco. Sul calcolo di una spesa di 100mila euro annui destinati al canile di Civita Castellana ( ovvero circa 2,5 euro al giorno) il sindaco ha previsto un risparmio notevole che verrà destinato alla spesa pubblica, attraverso un contributo di 1,5 euro al giorno versato mensilmente a beneficio di chiunque adotti un amico a quattro zampe.

Ciò presenta alcuni aspetti positivi: in primo luogo permette anche a coloro che si trovano in difficoltà economiche di adottare cani altrimenti destinati a soffrire nei canili senza un padrone; ciò è molto importante poiché rappresenta un incentivo ad aiutare animali in difficoltà, a sottrarli dal destino infelice del canile.
In successiva occorre ricordare che il provvedimento permetterà di stanziare fondi per la spesa pubblica, fondi che come ben sappiamo, al giorno d’oggi vengono a mancare molto spesso. Un risparmio di un’euro al giorno su ogni cane adottato è davvero un guadagno notevole cosicché il gesto dell’adozione sarà positivo non solo per i nostri amici a quattro zampe ma anche per le strutture sanitarie e d’istruzione che in molti casi versano in condizioni davvero disastrose. Insomma, il progetto del sindaco del comune di Civita Castellana sembrerebbe presentare vantaggi da ogni punto di vista.

Tuttavia una nota negativa c’è: infatti chi garantirà per la sicurezza degli animali adottati? Chi si preoccuperà che essi vengano ‘trattati bene’ dai loro nuovi padroni? Il rischio che molta gente veda in tale provvedimento il modo per arricchirsi facilmente e senza problemi è tutt’altro che una preoccupazione lontana e ingiustificata; occorrerebbe quindi qualcuno che controlli come tali animali vengono trattati, qualcuno che si assicuri sulle loro condizioni di vita. Ma in quest’ultimo caso quale e quanto sarebbe il risparmio, dovendo anche pagare degli ‘ispettori di sicurezza’? Prima di accettare a braccia aperte tale provvedimento sarebbe quindi bene chiedersi, al di la delle questioni economiche, se sia un bene riporre così tanta fiducia in improvvise e spontanee nuove adozioni.