Anche gli uccelli possono essere più o meno sereni, oppure vivere una condizione di stress. I piccoli amici piumati vivono infatti sensazioni ed emozioni e le manifestano chiaramente a chi sa osservarli con attenzione.

Il tormentato periodo degli amori, i rumori esterni forti o improvvisi o il fatto stesso di essere in gabbia possono essere causa di tensione per gli uccelli. Questi animali mostrano al padrone il loro disagio muovendosi in modo frenetico, saltando da un trespolo all’altro, aggrappandosi alle pareti della gabbia o anche solo semplicemente rimanendo fermi e tesi. Un uccellino stressato non canta, mangia poco e male, e le sue difese immunitarie sono molto deboli.

Un valido aiuto per rilassare i volatili è la musica: classica, ma anche jazz e melodica, le note in sottofondo agiscono come tranquillante e calmano lo stato d’ansia dei piccoli piumati. Gli uccelli si distendono, si stiracchiano, si appisolano, riprendono un ritmo sereno e la loro salute ne guadagna.

Un uccellino che apprezza la musica lo dimostra in modo inequivocabile a chi si ferma ad osservarlo col suo comportamento, ma anche per mezzo del suo piumaggio, che appare rigoglioso.
Oltre alla musica di Chopin o Beethoven, gli amici piumati apprezzano molto anche le sonorità che riproducono il contesto naturale, come lo stormire delle foglie, il rumore dell’acqua che scorre piano o quello della pioggia. Registrazioni con questi suoni rilassano gli uccellini e si possono lasciare, di tanto in tanto, come sottofondo alla loro giornata.

Al contrario rumori forti ed improvvisi, o musica battente e rintronante, stressano i volatili, provocando loro tensione e preoccupazione.

In fondo basta poco: se il proprio volatile sembra stressato o ha subito un piccolo shock per un rumore improvviso, basterà fargli sentire della musica dolce per rasserenarlo.

Gli amanti degli uccelli sanno riconoscere a colpo d’occhio il soggetto tranquillo da quello stressato e ristabilire la serenità del piccolo amico è una grande soddisfazione, che rilassa sia l’animale e sia il proprietario.