Il parrocchetto testa di prugna, il cui nome scientifico è Psittacula cyanocephala, è un elegante e colorato pappagallo asiatico, proveniente in particolare dalle zone del Nepal, dell’India, del Pakistan e dello Sri Lanka. Questo tipo di uccello, comparso in Europa solo dopo la metà del diciannovesimo secolo, tende a vivere in gruppi familiari, insieme ai quali si sposta da ambienti boscosi a foreste per cercare nutrimento, come insetti, bacche, semi, frutta e cereali. Il parrocchetto nidifica in primavera in grossi tronchi d’albero scavati dai picchi, ed è famoso per la sua longevità: la vita media, infatti, è di 25 anni.

 

Aspetto

Il parrocchetto testa di prugna ha il corpo più affusolato rispetto a quello di altre specie del genere Psittacula. Questo animale ha una lunghezza di 33/35 cm e per metà è costituito solamente dalla coda. Nel parrocchetto si ritrova il dimorfismo sessuale: il maschio, infatti, presenta la testa viola prugna con il collare nero, la mandibola superiore arancio ed inferiore nera; mentre la femmina, leggermente più piccola, ha la testa di colore grigio-viola, il collare giallo e la mandibola superiore giallastra ed inferiore grigia. Sia l’esemplare maschio e sia quello femmina di parrocchetto hanno un piumaggio verde, più intenso sulle ali e tendente al giallo sull’addome ed il ventre, mentre la schiena ha una tonalità azzurra e la coda è blu. Per quanto riguarda i cuccioli di parrocchetto testa di prugna, è molto difficile riuscire a stabilire il sesso al quale appartengono; soltanto verso i due anni e mezzo di età l’animale inizia ad acquisire il colore che caratterizza il suo genere sessuale. La maturità sessuale viene, invece, raggiunta, al terzo anno d’età.

 

Mutazioni

Le mutazioni del parrocchetto testa di prugna sono diverse, ma le più conosciute ed importanti sono: opalino, grigio-verde, cinnamon, lutino e diluito. Inoltre, esiste anche una taglia più piccola di parrocchetto testa di prugna chiamata roseata: nel maschio la testa ha una tonalità rosa, mentre nella femmina è bianca.  

coppia di parrocchetti testa di prugna
Una coppia di parrocchetti testa di prugna

Carattere

È un animale tranquillo e poco rumoroso, eccezion fatta per il periodo riproduttivo durante il quale emette richiami brevi ed acuti. Il parrocchetto è docile, si affeziona con facilità e può anche essere addomesticato.

 

Riproduzione

Il parrocchetto testa di prugna si riproduce solo una volta l’anno, durante la primavera. La femmina depone circa 4-6 uova , successivamente covate per un periodo di 25 giorni. I piccoli vengono allevati all’incirca per 2 mesi e verso i 4 mesi diventano autosufficienti.   Allevamento e alimentazione I parrocchetti testa di prugna sono pappagalli robusti e resistenti, ma anche degli ottimi volatori ed hanno, quindi, bisogno di poter stare in una grande voliera. Non sopportano il freddo: avendo zampe molto sensibili e che possono gelarsi, è bene non esporli a temperature al di sotto dei 5°. Per quanto concerne l’alimentazione è consigliabile nutrire il parrocchetto testa di prugna con semi, bacche, cereali, verdura e frutta secca. Nei periodi di riproduzione è fondamentale fornirgli un buon bastoncino e le spighe di panico, senza dimenticare l’osso di seppia ed un blocchetto di sali minerali.

 

 

Alessandra Bottaini