L’inverno è ormai alle porte e molti uccellini che accompagnano le nostre passeggiate per le strade o nei parchi delle nostre città non emigreranno verso lidi più caldi ma resteranno con noi a patire il freddo di un altro inverno che fortunatamente tarda ad arrivare. Quindi mi rivolgo a voi che amate il loro canto: perché non ricambiare il favore con un aiutino per affrontar l’inverno?
Serviranno solo pochi piccoli accorgimenti, ci ruberanno pochissimo tempo e in primis pochi denari, cosa da non trascurare vista la crisi che ci ha investiti.
Iniziamo:
1. ovviamente partiamo col cibo: non serve essere dei gran gourmet, nulla di raffinato ed elaborato, pochi semini o briciole di dolci basteranno per saziare il loro pancino (per chi volesse esistono svariate ricette di piccole tortine per farseli ancor più amici), e rifornirgli una carica di energia. Attenzione a possibili nemici come gatti o predatori vari, nel caso sollevate la ciotolina da terra;
2. una bella bevuta non guasta mai e d’inverno l’acqua che si può trovare per strada si gela o diventa troppo fredda per esser bevuta dai nostri piccoli amici; una vaschettina di dimensioni capaci di ospitarli anche per un’eventuale toilette riempita di acqua tiepida li renderà felici, ricordatevi di cambiarla con regolarità e possibilmente sollevarla da terra per non farla raffreddare troppo velocemente;
3. infine, per i più generosi ed altruisti armati di pazienza e un tocco di manualità,si potrebbe ideare una casetta per donar loro riparo; un gesto d’amore che li aiuterà soprattutto in città dove non hanno molti luoghi dove nidificare e, se vi cimentate col fai da te, un’occasione per mettervi alla prova e magari passare del tempo divertendovi con la vostra famiglia e chissà magari con la primavera troverete altre boccucce da sfamare a farvi la sveglia ogni mattina.