Nutrire gli uccelli selvatici, soprattutto nel proprio giardino di casa, è qualcosa che in molti fanno, vista anche la difficoltà degli animali a reperire il cibo in certi periodi dell’anno.
Soprattutto in inverno, gli uccelli traggono un grande beneficio da briciole e piccoli pezzetti di cibo che riescono a reperire nei gli spazi verdi delle famiglie: la stagione non è delle migliori, e trovare una fonte di sostentamento così facilmente è sicuramente positivo per loro.
Inoltre, durante la stagione fredda, gli uccelli devono mangiare molto di più rispetto agli altri periodi dell’anno, in modo da mantenere la temperatura corporea piuttosto alta e sopportare così più facilmente il freddo esterno.

 

Per agevolare gli uccelli si può disporre una mangiatoia all’esterno della propria abitazione, in modo che i volatili possano sempre raggiungere il cibo anche quando, ad esempio, la terra è ricoperta da uno strato di neve.
Oltre ad essere una buona azione, sarà sicuramente anche una fonte di interesse sia per i bambini sia per gli adulti, che potranno così osservare le diverse specie nel giardino di casa.

 

Si possono trovare diversi tipi di mangiatoie in commercio, ma è molto facile anche costruire da soli una mangiatoia, magari utilizzando materiali ecologici.
Per quanto riguarda il cibo, è da tenere in considerazione che gli uccelli traggono più beneficio dal tipo di  alimenti che mangiano abitualmente, e per questo motivo sono molto indicati frutta e semi.
Quando fa molto freddo possono essere adatti anche alimenti composti, come ad esempio il lardo, oppure avanzi di dolci da forno, che saranno sicuramente apprezzati dagli uccelli e li aiuteranno ad avere un’alimentazione più varia.
In ogni caso, è bene ricordare che alcuni cibi sono da evitare nella maniera assoluta: pane e uova, in particolare, non dovrebbero essere dati agli uccelli perché non costituiscono normalmente per loro una fonte di alimentazione e potrebbero causare disfunzioni nel loro metabolismo.

 

Infine, considerare il fatto che spesso le specie selvatiche sono diffidenti e quindi non si avvicinano troppo alle abitazioni, dunque bisogna essere pazienti: può essere che per i primi giorni la mangiatoia venga ignorata, per poi essere invece presa in considerazione successivamente.