Può capitare a chi adotta un canarino come animale da compagnia di incorrere nella spiacevole situazione in cui l’animale possa scappare dalla gabbia, soprattutto durante le abituali operazioni di pulizia.

 

Come recuperare allora il canarino in fuga in modo sicuro? E come ritrovarlo se è volato all’esterno?

 canarino che scappa

Per recuperare un canarino fuggito dalla gabbia occorre, in primis, mettere da parte ansia ed agitazione, facendo bene attenzione alla direzione del volo del canarino, senza perderlo di vista se possibile.
Individuare il canarino una volta fuggito è fondamentale per recuperarlo: sono animali cresciuti in gabbia, quindi non abituati a stare nell’ambiente esterno e dopo una fuga in direzioni casuali, tenderanno naturalmente a fermarsi in un punto ed osservare l’ambiente circostante.

 

Nel caso in cui il canarino si posi in un punto poco accessibile, è opportuno aspettare con pazienza che si sposti in una zona in cui si può recuperare facilmente, senza perderlo mai di vista.
Se il canarino si trovasse su un albero o un muretto, allora sarà il momento giusto per provare a recuperarlo: come?
È necessario avvicinarsi molto lentamente, per evitare che il canarino si spaventi e che fugga definitivamente. Prendere con sé una coperta pesante, in modo da lasciarla cadere esattamente nella posizione in cui si trova il canarino, permettendone il recupero.
È opportuno lanciare la coperta sopra il canarino con delicatezza ma decisione per riportarlo a casa. Dopo aver “imprigionato” l’uccellino, si recupera con delicatezza in una presa sicura, evitando di provocargli alcun dolore.

 

Canarino che fugge, come fare

 

Nel caso in cui non si riesca ad individuare il canarino una volta scappato, non resta che aspettare e sperare che torni con le sue ali. In questo caso occorre lasciare del cibo nelle vicinanze della gabbia: la speranza è che magari il canarino torni a casa per mangiare (e nel caso ricordarsi la coperta!).

 

 

Ilaria Giovani