Spesso le persone che amano gli animali e che hanno scelto di tenere nella propria casa dei simpatici criceti, ovviamente in gabbia, perché non vadano smarriti, si domandano se è meglio utilizzare una gabbietta a sbarre oppure una più moderna, fatta di plexygas. Esaminiamo dunque quali sono i pro e i contro delle singole scelte.

Per quanto riguarda le gabbie a sbarre, sono tradizionalmente costruite con un fondo di plastica piuttosto alto, che ha la funzione di impedire la dispersione della lettiera oltre i limiti della gabbia medesima.
Quelle destinate ad essere abitate dai criceti hanno sbarre poste in orizzontale, in quanto così possono agevolmente arrampicarsi sulle pareti della stessa, usando le sbarre a mo’ di scalini, e quindi fare costantemente una certa attività fisica che giova non poco sulla salute dell’animaletto. E’ però importante precisare che non devono esserci sbarre sul fondo della gabbia: questo spazio deve restare libero per permettere movimenti naturali, senza impedimenti di alcun genere, come avviene in natura. Controindicazioni: sono piuttosto costose.
Le gabbie di plexigas appaiono molto confortevoli e sicure. Possiamo consigliarvi di sceglierne una del tipo detto componibile, in quanto avrete la possibilità di ampliare e modificare a vostro piacimento la sua struttura grazie all’inserimento di vari accessori complementari, studiati dagli esperti per invogliare l’animale a fare del moto. Siamo certi che i vostri criceti saranno felici di sperimentare delle novità nel loro ambiente di vita.
E’ però intuitivo che questa seconda soluzione non permette il passaggio d’aria garantito dalla gabbia a sbarre vecchia maniera. Questo può rappresentare un inconveniente da non sottovalutare durante i mesi estivi, quando è indispensabile areare lo spazio vitale del criceto, per non provocargli sofferenze.
Le gabbie in plexigas componibili comportano anche un impegno di tempo maggiore per quanto riguarda le classiche operazioni di pulizia dei singoli accessori, che vanno di volta in volta smontati e poi rimontati. Nulla di complicato, ma è bene mettere in preventivo questa attenzione supplementare che si dovrà dedicare alla manutenzione della “casa” del criceto, che deve essere in ottime condizioni per garantire la salute dell’animale.