Prima di acquistare o adottare un criceto è opportuno informarsi sulle varie specie esistenti per scoprire quale potrebbe essere più adatta a noi sia per carattere che per età media. Ogni criceto ha bisogno di determinate attenzioni e cure e una scelta sbagliata potrebbe condizionare la vita del nostro criceto e gravare sul suo stato di salute.

Esistono diverse specie come il criceto russo, il dorato, siberiano, cinese ed il Roborovsky, ma le razze che risultano essere più facili da trovare nei negozi sono quello dorato, siberiano, conosciuto anche come Winter White, ed il Roborovsky.

Il criceto dorato è originario delle zone semi desertiche del medio oriente ed è quindi abituato a un clima arido e caldo. Il colore del pelo è generalmente marrone con il ventre dorato, ma esistono alcuni esemplari dalle tonalità più chiare. Possiede una piccola coda e ha pelo corto. Il potenziale di vita è di circa 2-3 anni.
È un animale che ha bisogno di grandi spazi, è solitario e spesso è molto attivo di sera, quindi è sconsigliato per i bambini anche perché quando è infastidito potrebbe mordere e diventare aggressivo ed essere pericoloso per i più piccini.

Il criceto russo, conosciuto anche come orsetto russo è molto più piccolo di quello dorato. E’ originario di zone a clima freddo come Siberia, Russia e Mongolia e ha infatti una folta pelliccia per proteggersi naturalmente dal freddo.
È generalmente di colore grigio con una striscia di nera al centro del suo corpo, anche le zampette e la coda sono ricoperte di pelo. È un criceto molto attivo e giocherellone e alterna periodi di attività notturna e diurna.

Il criceto siberiano, conosciuto anche con il nome di Winter White è originario delle zone del Medio Oriente, Kazakistan, Mongolia. In natura è abituato a scavare profonde tane per nascondersi. La particolarità di questa specie è che durante i mesi più freddi il suo mantello cambia colore e diventa bianco, ecco perché gli è stato dato dagli anglosassoni l’appellativo Winter White, appunto bianco d’inverno. Esteticamente sembra avere le stesse caratteristiche del criceto russo, è adatto a tutte l’età poiché è sicuramente il criceto più affettuoso.

Il criceto cinese è originario della Cina, ama molto scavare poiché nato in zone molto ampie con terreni asciutti.
D’inverno è un criceto principalmente notturno, mentre d’estate è molto attivo sia durante il giorno che la notte.
Strutturalmente si presenta in maniera diversa dagli altri criceti: è di piccola taglia e snello, la coda è di circa 2-3 cm. Ha pelo corto di colore grigio-marrone con una striscia di colore più scuro lungo il corpo.
È un criceto molto timido e soggetto a stress, ma una volta presa confidenza con il padrone può dimostrarsi molto docile ed affettuoso.

Infine il criceto del deserto conosciuto come Roborovosky è originario nelle zone della Cina del Nord, della Mongolia e della Russia. È uno dei più piccoli criceti, è lungo circa 5 cm e presenta una struttura simile a quello russo, è tozzo con coda e arti brevilinei ricoperti di pelo. In natura è abituato a scavare profonde tante lunghe fino a 2 metri dove nasconde il cibo.
Possiede un pelo molto folto di colore marrone-dorato ed ha occhi neri. le aspettative di vita rispetto alle altre specie sono molto più alte, infatti può vivere fino ai 3-5 anni.
Alcuni sono molto attivi e nervosi, per questo spesso è difficile maneggiarli e possono scappare, mentre altri sono molto dolci e affettuosi.

Dopo questa rapida classificazione adesso non vi resta altro che scegliere il cucciolo che risponda a tutte le vostre esigenze e affrettarvi ad adottarlo.