Il criceto è un grazioso roditore domestico che molte famiglie tengono in casa perché tranquillo e giocherellone e piuttosto semplice da curare, ma pur essendo facilmente addomesticabile ci sono delle cose da sapere prima di prenderlo in mano, perché, per quanto strano vi possa sembrare, il vostro piccolo criceto può anche mordere.

Per addomesticare un criceto innanzitutto è bene prenderlo da molto piccolo: poi, appena portato in casa è opportuno lasciarlo per qualche giorno in un ambiente tranquillo e silenzioso, senza toccarlo. Bisogna limitarsi a restare fermi vicino alla gabbietta, magari parlandogli con dolcezza finché non avrà imparato a riconoscere la vostra voce ed a sentirsi al sicuro. Dopo un po’ di tempo potete provare a mettere del cibo sulla mano ed avvicinarla lentamente all’animaletto in attesa che senta il desidero di salirvi per mangiare. Una volta superata questa prima fase potete cominciare ad accarezzarlo, ma sempre in maniera delicato e graduale, smettendo subito se dimostra di non gradirlo.
Quando il vostro criceto avrà perso la sua diffidenza naturale, allora potrete tenerlo in mano sempre un po’ più a lungo in modo che impari ad essere “maneggiato”, ma sarebbe opportuno farlo sempre in ginocchio o seduti per terra perché il criceto comunque si stancherà di stare fermo e tenderà a scappare, quindi con un’eventuale caduta non deve farsi male.
Una cosa importante da sapere, inoltre, è che il criceto ha il sonno particolarmente pesante ed è sconsigliato toccarlo mentre dorme perché se si sveglia bruscamente potrebbe avere la reazione di naturale di mordervi.
Un altro accorgimento è quello di avere mani pulite e senza odori particolari, per esempio di cibo, che lo potrebbero confondere, dato che il criceto vi riconosce soprattutto attraverso l’olfatto.

C’è comunque da considerare è che i criceti non sono tutti uguali, ognuno ha i suoi tempi e le sue caratteristiche, perciò ci sono criceti che amano essere toccati e coccolati, mentre altri rifiutano ogni contatto: in quest’ultimo caso il criceto non va assolutamente forzato e vi dovete rassegnare ad osservarlo senza disturbare.