Sono tante le persone che desiderano una tartaruga come animale domestico, ma prima di acquistarla è necessario conoscere alcuni aspetti fondamentali per fare la scelta giusta.

 

Ecco quindi i consigli utili  su “come scegliere una tartaruga in salute“.

 

COSA VALUTARE

È importante che l’animale sia in buona salute, quindi per prima cosa osservare il modo con cui la testuggine è stata trattata all’interno del negozio o dell’allevamento al quale intendiamo rivolgerci. Prima dell’acquisto esaminiamo il luogo dove vive la tartaruga: è un luogo piccolo? È abbastanza spazioso? Quante altre tartarughe contiene? Da ciò potremmo intuire lo stato di salute dell’animale. Se il pet è tenuto in un’area aperta, allora controlliamo bene le zone d’ombra rispetto a quelle dove batte il sole (è sempre opportuno che la tartaruga abbia a disposizione zone dove ripararsi dal sole e spazio sufficiente per muoversi).

 

È possibile che la tartaruga viva accanto ad una grande quantità di feci; nulla di strano, non è assolutamente sintomo di cattiva salute dell’animale poiché si tratta di una specie animale che defeca frequentemente.

Altra cosa da verificare è la cura dell’alimentazione.

Chiedere a questo punto informazioni sulla costruzione dell’habitat adatto perché la testuggine possa vivere bene e a lungo. Chi sceglie una tartaruga di terra come proprio animale domestico deve conoscere la sua zona di provenienza (per esempio se è originaria della macchia mediterranea allora sarà necessario disporre di uno spazio soleggiato dove potrà acclimatarsi comodamente).

Ricordare che la tartaruga trascorre lunghi inverni in letargo e quindi necessita pertanto anche di un luogo dove potersi riparare.

 

Ovviamente, se nella ricerca della propria tartaruga domestica si incappasse in un negozio o in un allevamento che non si occupa con la giusta cura delle testuggini, o mette in atto maltrattamenti, è importantissimo segnalare il reato alle autorità competenti (qui è possibile trovare alcuni numeri e contatti utili per il soccorso degli animali).

 

CARATTERISTICHE

Ecco un elenco di elementi per accertarsi dello stato di salute generale della tartaruga:

1. Gli occhi: devono essere grandi e luminosi, mentre le palpebre non devono presentare difficoltà ad aprirsi e chiudersi. Se gli occhi sono infossati, allora la tartaruga sta male, probabilmente è disidratata.

2. Naso e narici: devono essere puliti e liberi da muchi; se l’animale respira a bocca aperta significa che ha problemi respiratori o addirittura un’infezione in corso.

3. Le orecchie: sono poste subito dietro gli occhi ed hanno una forma piatta; se invece notate delle sporgenze, o appaiono conche, allora l’animale ha un’otite in corso.

4. La corazza: deve essere resistente e non morbida al tatto, ed inoltre non deve presentare lesioni o anomalie. Tuttavia, essendo la tartaruga un animale che vive prevalentemente in spazi aperti è possibile che abbia lesioni non gravi ormai guarite.