Le tartarughe sono animali molto delicati e bisogna fare molta attenzione alla loro cura e alla loro salute, specialmente per quelle di acqua dolce che sono più soggette ad avere il guscio sporco, soprattutto a causa del calcare che si accumula nelle insenature più difficili da pulire. Se la pulizia non viene effettuata bene si rischia di appesantire troppo il guscio a causa del calcare che forma l’acqua e causa malessere generale alle tartarughe. Pulire il guscio delle tartarughe d’acqua è un’operazione che dev’essere effettuata almeno una volta a settimana e si può effettuare in vari modi, per esempio con uno spazzolino da denti ed una puntina di dentifricio, perchè il dentifricio contiene sempre una percentuale di disinfettante, sfregando dolcemente senza irritare troppo il guscio ed eliminando il calcare che causa l’acqua. Bisogna fare molta attenzione a non far andare il dentifricio sulla testa delle tartarughe perchè potrebbe causare irritazioni ed altri tipi di malattie; molto utile ed efficace è anche l’olio di mandorle dolci, da utilizzare con uno stantuffo che è molto delicato, non irrita le tartarughe ed impedisce al calcare di depositarsi nelle insenature più nascoste.

Un altro metodo molto efficace è l’utilizzo di aceto di vino bianco, che disinfetta molto bene, bagnando un panno bianco e sfregando dolcemente sul dorso. Spesso è preferibile anche usare soltanto una spugnetta intrisa di acqua sfregando contro il dorso ma sempre evitando di irritare la tartaruga che potrebbe farsi male; è molto importante sapere che per evitare la formazione del calcare sul guscio delle tartarughe d’acqua dolce, è bene utilizzare dell’acqua che non sia troppo dura, perchè la durezza dell’acqua aumenta la formazione del calcare sul guscio. Esistono inoltre molti prodotti specifici per la pulizia del guscio delle tartarughe, ma i rimedi naturali sono sicuramente i più efficaci ed economici, perchè curare la salute delle tartarughe è la cosa più importante per chi le possiede.