Le tartarughe sono degli ottimi animali domestici, molto longevi e che richiedono relativamente poche cure rispetto ad altre specie animali. Se soffri di allergia al pelo la tartaruga è la scelta ideale. Non dimenticarti che le tartarughe possono vivere anche alcune decine di anni, ma devi nutrirle nella maniera corretta fin dall’inizio; ecco alcuni consigli.

Le tartarughe sono onnivore, mangiano quindi sia carne e pesce sia verdura e frutta, ma la loro alimentazione deve cambiare in base al fatto che siano d’acqua o di terra. Le prime infatti, più crescono e più preferiscono cibarsi di carne e pesce, mentre le tartarughe di terra hanno una predilezione per la frutta e la verdura. Insieme agli alimenti vegetali, o al pesce, devi fornirgli anche del mangime specifico, che le aiuta a crescere nella maniera corretta, senza che le manchino precisi minerali.
In commercio esistono dei mangimi specifici per le piccole tartarughe, divisi secondo la dimensione e l’età dell’animale, ma se fosse necessario, soprattutto i primi mesi, puoi tagliuzzare in parti ancora più piccole il mangime oppure ammorbidirlo con un pò d’acqua.
La scelta migliore che puoi fare per nutrire la tua tartaruga è quella di utilizzare il mangime specifico, arricchito con del cibo fresco, come per esempio foglie di insalata spezzata in piccoli pezzi o foglie di cavolo cappuccio.
La varietà migliore per le tartarughe è la lattuga romana, mentre è da sconsigliare la lattuga iceberg, perchè troppo ricca di fosforo.
Per quanto riguarda la carne il cibo migliore è un pò di carne trita, in piccoli pezzetti e ancora meglio dei gamberetti e pesciolini ancora vivi. Il cibo vivo costringerà la tartaruga a cacciare e a fare anche un po’ di movimento nella vasca.
Per quanto riguarda il mangime il consiglio migliore è quello di sceglierne di diversi tipi in modo che la dieta della tartaruga possa variare. Ricordati che se hai una tartaruga d’acqua devi nutrirla mentre si trova immersa, quindi puoi scegliere di metterla in un contenitore apposta, dove la puoi tenere per una buona mezz’oretta fino a che non ha defecato. Il procedimento è abbastanza rapido e in questo modo potrai tenere il tuo acquario più pulito.
Per quanto riguarda i cuccioli di tartaruga il cibo deve essere fornito abbastanza spesso, due o tre volte al giorno, ma devi controllare che lo mangino, altrimenti toglilo dalla vaschetta dopo circa tre quarti d’ora. Crescendo questo ritmo cambia e dovrai dare da mangiare alla tartaruga una volta al giorno e quando è più anziana anche una volta ogni due giorni.
Fai attenzione a cosa preferisce mangiare così da soddisfarla senza dimenticare però una dieta bilanciata.
I cuccioli necessitano di vitamina D per rinforzare le piccole e fragili scagliette del carapace puoi metterle quindi un pò al sole e fornirgli del pesce un pò grasso, come piccoli pezzi di salmone o di sgombro.