L’alimentazione è uno dei fattori essenziali per garantire il benessere del nostro pesce rosso. Il pesce rosso, difatti, è onnivoro come noi umani, e quindi necessita di una dieta variegata, bel bilanciata dal punto di vista di carboidrati, proteine e grassi.
Ma è altrettanto importante anche quante volte al giorno somministrargli gli alimenti.
Prima di tutto, teniamo a mente che il pesce rosso è un animale molto abitudinario, per questo una volta stabiliti gli orari dei pasti, sarà meglio non cambiarli più.
L’ideale sarebbe dargli da mangiare due o tre volte al giorno. E’ sconsigliato il pasto unico perchè il pesce rosso tende ad ingurgitare poco cibo alla volta. Quello che non mangerà durante una somministrazione abbondante andrà a sporcare tutto l’acquario.
Inoltre, il pesce rosso ha molto più appetito la mattina. L’ideale è quindi quello di concentrare i pasti finchè non sorge il sole, per poi evitare di farlo stare appesantito durante la notte. Una buona soluzione può essere la mattina presto, subito dopo pranzo e la sera verso le sei.

I pesci rossi non vanno fatti mangiare la sera perchè hanno un sistema digestivo molto delicato. Un’indigestione può causare serie difficoltà nel nuotare e, in casi gravi, anche la morte.
E’ altrettanto importante la quantità delle razioni. Non devono mai essere troppo abbondanti. Nel caso del pesce rosso meglio razioni un po’ più scarse sia per i motivi appena spiegati, sia perchè non fargli prendere troppo peso.
Assolutamente da evitare snack fuori orario a base di cibi umani. I pesci rossi amano molto dolci, pane e biscotti, tuttavia questi alimenti non sono molto salutari per il loro apparato digerente.
Attenzione anche alle piante che metteremo nell’acquario: essendo onnivori i pesci rossi ne mangiano alcune specie.
Da ricordarsi di far osservare ai pesci rossi un giorno di digiuno settimanale, che servirà a fare da pulizia all’intestino.
Accudire un pesce rosso è facile, è importante soltanto seguire queste semplici regole.