Al giorno d’oggi tutti hanno un animale domestico in casa, tra questi uno dei più graditi delle famiglie italiane, sembra essere il pesce. Si pensa infatti che sia molto facile da gestire, ma qualche volta sorgono dei problemi anche con loro.

Il ricambio dell’acqua della vaschetta o dell’acquario, è fondamentale per la salute dei pesci, ma questa delicata operazione potrebbe causare dei problemi, ai vostri amici animali. Se dovesse capitare che il pesce non vuole più mangiare, dopo aver cambiato l’acqua del suo acquario, bisognerà velocemente capirne la causa. Prima di tutto si dovrà controllare il biocondizionatore ed i valori dell’acqua, spesso infatti si pensa che basti far decantare per 24 ore l’acqua della vasca, ma non è sufficiente. E’ fondamentale eseguire i test dell’acqua periodicamente e soprattutto dopo la pulizia dell’acquario: il Ph, il No3 e il No2 che sono importantissimi, il Gh, Kh. Dei valori non idonei, potrebbero far stare male il vostro pesce che come prima reazione, smetterebbe di mangiare. Purtroppo i test per gli acquari sono abbastanza costosi, li trovate sia nei negozi per animali che nei grandi ipermercati, ma sono veramente fondamentali per la salute dei pesci.

Se l’animale è inappetente e continuate a versare cibo nella vasca, l’acqua si inquinerà sempre più e se non è provvista di un buon filtro, la cosa potrebbe essere letale per il pesciolino. Potreste aver dimenticato di cambiare l’acqua dell’acquario per alcuni giorni e molto cibo si è depositato sul fondo, questo avrebbe potuto causare un blocco intestinale al vostro pesce, il quale adesso che l’acqua è pulita, tende a rimanere digiuno per una sorta di disintossicazione. In questo caso provate a lasciare il piccolino digiuno per 24 ore e successivamente ricominciate a dargli il mangime. Solitamente quando i pesci manifestano inappetenza e non mangiano assolutamente il mangime, non troverete nemmeno i loro escrementi nella vasca e quasi sempre, in conseguenza allo stato di malessere, cominciano a perdere le squame. Dopo uno o due giorni al massimo di digiuno, ricominciate ad inserire delle scaglie di mangime nella vasca, anche una è sufficiente per ricominciare e pian piano riportate le dosi alla normalità. Vedrete che il pesce ricomincerà a mangiare, ricresceranno anche le squame e ritornerà ad essere vivace come prima.