Home » Gatti » Se il gatto soffre il mal d’auto: rimedi

Se il gatto soffre il mal d’auto: rimedi

Se il gatto soffre il mal d’auto: rimedi

Il mal d’auto (cinetosi) è un disturbo comune che affligge quotidianamente migliaia di persone. Questo malessere però, non è un problema esclusivo degli esseri umani, ma è comune anche tra gli animali, in particolare fra i nostri amici a quattro zampe che spesso viaggiano in macchina con noi. In questo articolo analizzeremo gli effetti del mal d’auto sui gatti, con le relative precauzioni da adottare ed i rimedi utili da seguire per curare eventuali disturbi. Quando portiamo il nostro micio in auto, vista la facile tendenza di questi piccoli felini allo spavento, è buona norma dotarsi di un trasportino, che può essere anche coperto parzialmente da un telo per tranquillizzare l’animale.

Un ottimo metodo è quello di far abituare il gatto ai viaggi in macchina sin da piccolo, magari cominciando con tragitti brevi fino ad aumentare gradualmente la durata del percorso. L’insorgere del malessere è essenzialmente causato dagli spostamenti (regolari o irregolari) che il movimento del veicolo provoca sul corpo dell’animale, facendo in modo che il loro cervello, riceva stimoli discordanti dagli organi deputati all’equilibrio e che possono provocare sintomi quali nausea, vertigini, salivazione eccessiva ed in casi più estremi vomito e diarrea. E’ consigliabile quindi lasciare il gatto a digiuno se il tragitto in programma è breve, in caso contrario, somministrare un piccolo pasto effettuando di tanto in tanto delle soste per permettere all’animale di rilassarsi idratandolo con un pò d’acqua. Si raccomanda di lasciare parzialmente aperto un finestrino del veicolo per favorire il ricircolo dell’aria e di tenere una guida regolare, evitando accelerazioni improvvise e brusche frenate.

Qualora questi rimedi non dovessero bastare, è necessario rivolgersi al proprio veterinario per farsi prescrivere i farmaci più adatti e con pochi effetti collaterali da poter somministrare al nostro piccolo amico prima di ogni viaggio. Meclizina e Difenidramina sono molto utilizzati per combattere la nausea, ma è possibile ricorrere anche a semplici rimedi omeopatici: i fiori di bach come Scleranthus (contro le vertigini) Impatiensper (per l’insofferenza), mentre il Tabacus 5CH è il trattamento più diffuso e consigliato assieme al Cocculus ed Ipeca facilmente reperibili in commercio.



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>