Quali sono i rischi che corre il proprio gatto lasciato libero di uscire da casa come meglio crede?

I gatti che vivono al riparo delle mura domestiche hanno un’aspettativa di vita che si aggira attorno ai 14 anni. Quelli che al contrario vivono tra i mille pericoli delle strade o ai quali è permesso di uscire e rientrare in casa a loro discrezione in media non superano i 7 anni. Le insidie a cui va incontro il il pet quando si allontana da solo per ispezionare i luoghi esterni all’abitazione sono infatti parecchie e vanno prese in seria considerazione.

 

I gatti, contrariamente a quanto si crede generalmente, sono animali molto socievoli e spesso tendono a stringere delle vere e proprie amicizie con i loro simili. Il contatto ravvicinato e frequente con i gatti randagi – a volte afflitti da patologie anche serie come la leucosi felina, l’immunodeficienza virale e il tifo – può mettere a serio rischio la salute del micio domestico.

 

Gli scontri fra gatti sono frequenti. Le motivazioni possono essere varie: la difesa del territorio, il cibo o la rivalità per una femmina. I litigi, specie durante il periodo dell’accoppiamento, possono causare ferite anche gravi, provocate da morsi e graffi.

Durante la stagione dell’amore, entrando più spesso a contatto con le feci ed i liquidi corporali degli altri animali, il rischio di contrarre malattie aumenta sensibilmente. Altra fonte di patologie è il contatto con i piccioni, molto comuni nelle zone urbane e prede predilette da Micio.

Anche gli incontri con i cani possono rivelarsi pericolosi e non sempre il gatto riesce ad avere la meglio, soprattutto quando decide di affrontare cani randagi di grossa stazza.

Pur essendo degli ottimi equilibristi, non mancano i rischi delle cadute dai tetti. Un altro pericolo è dato dalle auto di passaggio, che potrebbero non accorgersi del micio sulla strada ed investirlo. Infine l’avvelenamento – sia accidentale che non – può essere un’altra ottima ragione per riflettere bene prima di concedere al gatto domestico una totale libertà di movimento.