Tra le abitudini più adorate dai gatti, quella di affilarsi le unghie è senza dubbio la più comune. Spinti dall’istinto e dalla necessità di marcare il loro territorio, i gatti tendono a graffiare qualsiasi oggetto capiti sotto artiglio, arredamento compreso.

L’atto del graffiare è parte della sua comunicazione: il gatto è in grado di rilasciare il suo odore mediante i feromoni contenuti nelle ghiandole presenti nelle zampette. Non va sottovalutato il fatto che si tratta di una pratica fisiologica per la sopravvivenza dell’animale: mantenere gli artigli affilati, è infatti molto utile per la caccia e per la difesa.

 

Come impedire al gatto di graffiare mobili, divani e tende?

Partendo dal presupposto che risulta impossibile impedire completamente al gatto di graffiare, se i mobili ed i divani della casa vengono “aggrediti”  dalle unghie del pet, è indispensabile trovare un oggetto che possa sostituirli. Tutto ciò che serve è un tiragraffi, uno strumento su cui il nostro gatto potrebbe scegliere di fare la “manicure”. Ne esistono di moltissimi tipi in commercio: alcuni sono realizzati in cartone, altri in sisal, in legno, ecc..

Comprare un tiragraffi e posizionarlo in casa non basta. La maggior parte dei gatti sarà sicuramente attratta da questo nuovo oggetto tutto da grattare, ma alcuni di loro dovranno essere incoraggiati ad utilizzarlo. Come? Ad esempio spruzzando sul tiragraffi degli spray attrattivi per il gatto, in genere a base di catnip, un’erba molto gustosa per il micio.

Inoltre, per i gatti abituati a vivere in casa si suggerisce di spuntare regolarmente loro le unghie.