Più che una storia a lieto fine sembra una favola ed ha avuto luogo a Monza dove il gatto Ciro ha finalmente ritrovato la sua famiglia grazie a Facebook che in questi casi si dimostra uno strumento molto utile.

 

Ciro, detto Connor, era caduto dal balcone di casa nella primavera di tre anni fa, a nulla sono servite le foto distribuite per la città e le ricerche della famiglia, del micio non hanno più trovato alcuna traccia, sembrava essersi dileguato nel nulla.
Il gatto ferito e spaventato, probabilmente si è nascosto nelle campagne vicino casa e lì è rimasto per molto tempo.
Poi, un anno dopo la scomparsa, il gatto è stato notato da una gattara vicino ad una colonia: era smagrito, ferito, debilitato, evidentemente non abituato a quel tipo di vita. La donna lo ha preso con sé e grazie all’aiuto di una veterinaria, se ne è presa cura e lo ha accudito con pappe speciali. Rimesso un po’ in sesto, ha provato a farlo accettare dalla colonia di gatti selvatici, seppur invano.

Come ha spiegato Manuela, responsabile del rifugio Gattolandia, l’incapacità di adattarsi ha fatto capire che si trattava di un gatto domestico ed è proprio per questo che è statao portato nel loro rifugio per gatti.
Tuttavia le volontarie non sono riuscite a darlo in adozione. Hanno quindi deciso di fare un ultimo tentativo: postare le foto di Connor su Facebook sperando che qualche famiglia di buon cuore se ne innamorasse e lo prendesse con sé.

Qui arriva il miracolo: grazie ai colori bianco e nero inconfondibili nel loro mescolarsi sul corpo del gatto e al musetto a scacchi viene riconosciuto dalla padrona. quando, una volta a Gattolandia, lo chiama per nome, Connor si illumina emozionando tutti i presenti.

 

Non c’è che dire, anche gli animali si affezionano alla famiglia e sono in grado di riconoscerla anche dopo anni!