I gatti sono animali impossibili da non amare. Belli, morbidi, teneri ma indipendenti, sanno sempre come conquistare i propri padroni tra fusa e miagolii, soprattutto oggi nella festa a loro dedicata.

 

Nel 1990, infatti, è stata istituita la Giornata Mondiale del Gatto: una data non scelta a caso visto che il mese di febbraio è quello dei nati sotto il segno dell’Acquario, noti per essere spiriti liberi, insofferenti alle regole, proprio come gli adorati amici a quattro zampe. Il 17, invece, al contrario di coloro che credono essere un numero che porti sfortuna, vuole rappresentare “una vita per sette volte”, in riferimento alle sette vite attribuite agli splendidi felini.

 

Per questa importante occasione Fermo Immagine, il Museo del Manifesto Cinematografico di Milano, dedica la  mostra “MIAO, si gira!” ai gatti, trasformandosi nel castello del Marchese di Carabas, il celebre padrone del gatto con gli stivali e regalando a tutti gli amanti e appassionati dei mici una serata indimenticabile.

Aperto dalle 14:00 alle 22:00, l’evento sarà gratuito per chiunque si presenti truccato o vestito da felino o si chiami “Gatto”, “Gatti” o “Gattone”. Esposti cento manifesti, tra fotobuste, foto di scena, soggettoni e locandine di film. Si potranno così osservare alcuni tra i più celebri protaginisti delle pellicole cinematografiche, dal Gatto di  “Colazione da Tiffany” agli scatenati “Aristogatti”, dalla sensuale Catwoman ai gatti horror di Stephen King.

 

Da sempre amati per la loro eleganza e regalità, i piccoli felini possono finalmente essere festeggiati in una giornata dedicata tutta a loro, senza però dimenticare quelli che tra loro sono più sfortunati… oggi potrebbe infatti essere l’occasione perfetta per andare al gattile e dare un aiuto anche a loro.

 

Roberta Ravelli