Gli amanti dei gatti tendono generalmente a soccombere ai dolci lamenti dei loro mici e non esitano ad offrirgli quotidianamente del latte. Purtroppo pochi sanno che questo gesto può compromettere la salute del loro piccolo quadrupede. Scopriamo insieme perché.

In molte leggende, romanzi e film, si racconta di gatti che leccano con eleganza il latte dalla loro ciotola. In realtà, solo i cuccioli di gatto necessitano del latte della madre nei primi mesi di vita. Un gatto adulto non ha bisogno di questo alimento nella propria dieta. Qualsiasi tipo di latte in commercio non ha alcun valore nutrizionale per il gatto e l’assunzione può essere perfino dannosa per la sua salute.

La ragione per cui dovremmo astenerci dal dare il latte al gatto è che questo animale non produce l’enzima del lattase, dunque il suo organismo non può scomporlo adeguatamente. Di conseguenza, numerosi sono i gatti adulti intolleranti al lattosio e l’assunzione di latte potrebbe causargli problemi digestivi, ad esempio la diarrea. In più, un gatto estremamente intollerante potrebbe manifestare sintomi che lo porterebbero ad un’eccessiva disidratazione. Se non curata, gli può essere fatale.

 

L’intolleranza al lattosio non è l’unico effetto collaterale causato dall’assunzione di latte nel gatto. Somministrargli latte intero lo farebbe diventare sovrappeso a lungo andare. In caso doveste notare qualche cambiamento nel peso del gatto, sostituite il latte intero con quello parzialmente scremato. Generalmente, se mescolato con un paio di cucchiaini d’acqua inciderà meno sul peso. Tuttavia, il latte non deve assolutamente rimpiazzare un pasto, poiché non contiene la Taurina o gli Omega3 di cui il nostro gatto ha bisogno.

Nonostante non ci sia alcun motivo per cui dovremmo dare del latte al nostro gatto, a volte è impossibile resistere alle loro richieste. Se non è intollerante, non c’è alcun male nel farglielo bere occasionalmente, ma solo per premiarlo. Sfortunatamente per scoprire se è intollerante dovrete lasciarglielo bere e controllare che non abbia reazioni avverse. Consigliamo pertanto di non esagerare e di non offrire il latte al gatto troppo spesso, perché l’intolleranza è una patologia che potrebbe sviluppare con l’avanzare dell’età.

Accontentare il nostro gatto, anche se intollerante, servirà solo a fare il suo male. Ci sono infiniti altri modi e cibi per renderlo felice e premiarlo. Inoltre, oggigiorno il mercato alimentare per il gatto offre vari tipi di surrogato del latte, appetibili e completamente privi di lattosio.