Portare un gatto dal veterinario a volte può risultare complicato. Ecco alcuni semplici consigli da seguire affinché il micio possa affrontare la visita veterinaria nel miglior modo possibile.

 

Ci sono alcuni fattori critici che possono influenzare negativamente una semplice visita dal veterinario, come ad esempio l’ansia del padrone o lo spostamento in auto. Questi aspetti potrebbero infatti provocare irritabilità e aggressività nel gatto. Per questo motivo il felino andrebbe educato fin da cucciolo ad essere sottoposto a visite e controlli. Abituarlo gradualmente e controllare frequentemente anche a casa le orecchie, la bocca e la pancia.

Un elemento fondamentale da tenere in considerazione in questa situazione è il trasportino. I più adatti sono quelli suddivisi in due parti scomponibili, la base ed il coperchio, grazie ai quali si eviterà la spiacevole situazione di dover estrarre a forza il gatto dalla gabbietta aumentando di conseguenza il suo livello di ansia. I trasportini con le aperture laterali semplificano le operazioni pre-visita e consentono al veterinario, in caso di necessità, di praticare le iniezioni senza complicazioni.

Per far adattare il gatto al trasporto nella gabbietta, si consiglia di lasciarla a disposizione del pet in casa come se fosse una cuccia e mettere al suo interno dei giochi o delle crocchette. Non mostrargli il trasportino solo in occasione della visita dal veterinario, perché lo assocerebbe ad un ricordo spiacevole e sarebbe molto restio all’accesso.

Durante il percorso in auto cercare di mostrarsi il più sereni possibile, per non spaventare l’amico a quattro zampe. Evitare frenate brusche e improvvise che potrebbero innervosirlo e rivolgersi al pet con dolcezza e tranquillità per tutto il tragitto per rasserenarlo.