Il gatto è un animale selvaggio e indipendente, ma come ogni animale domestico necessita di attenzioni e cure. In particolare la sua salute deve essere tenuta sempre sotto stretto controllo per evitare che si ammali, contraendo infezioni che possono diventare anche gravi.

 

Il periodo della primavera-estate è proprio il momento in cui i parassiti come le pulci proliferano, installandosi sulla cute dei gatti e veicolando una serie infinita di malattie; entrando in contatto con il sangue potrebbero, infatti, infettarlo e diventare così altamente pericolose.
Per mettere al sicuro il nostro amato animale da tali insidie, è consigliabile la puntuale applicazione dell’antipulci, un prodotto farmaceutico attraverso il quale è possibile estirpare il problema alla radice.

 

Il gatto, tendenzialmente, per carattere o per indole, è sempre riluttante e diffidente quando si cerca di somministrargli un qualsivoglia medicinale; anche per questo motivo, per fare in modo che la cura antipulci sia efficace, è necessario che venga applicato nella maniera più corretta.
Cerchiamo innanzitutto di farlo rilassare giocandoci, oppure coccolandolo; quando è perfettamente tranquillo e a suo agio, provvediamo velocemente ad applicargli l’antipulci, che generalmente si presenta in forma liquida o gel, dietro la nuca. Bisogna fare attenzione a separare bene il pelo, in modo che la soluzione possa penetrare perfettamente attraverso la cute.
Il trucco per riuscire in questa operazione è essere molto rapidi nei movimenti, preparando prima l’antipulci, (nascondendolo ad esempio nel pugno della mano) in modo da prendere di sorpresa il gatto che altrimenti, accorgendosi di quel che sta accadendo intorno a lui, potrebbe scappare.

 

Quando l’antipulci sarà entrato in contatto con la pelle dell’animale provocherà in lui un po’ di fastidio e bruciore, e questo gli comporterà automaticamente molto nervosismo. Potrebbe scappare e rifugiarsi in un luogo nascosto, oppure mettersi in un angolino evitando qualsiasi tipo di contatto con voi. Niente paura, è solamente una fase momentanea che durerà pochi istanti: una volta che l’effetto fastidioso cesserà, il nostro gatto tornerà docile e affabile come sempre.