Avere un animale domestico è da sempre qualcosa di speciale in termini di affetto e benessere interiore, ma sicuramente può rivoluzionare l’equilibrio dell’abitazione nonchè della vita quotidiana, soprattutto se si ha a che fare con un gatto.

 

La scelta di vivere con un animale domestico non ha ripercussioni solo su se stessi, spesso infatti, coinvolge persone che ci stanno accanto come parenti, amici ed in particolare il proprio partner.

Per le donne abituate a vivere con un gatto, l’arrivo del fidanzato può diventare un vero problema in termini di convivenza.

Ciò non significa, però, che si tratti di una missione impossibile, anche se naturalmente ogni gatto ha una propria personalità che lo porterà a reagire e ad affrontare le novità in maniera differente.

In generale sarebbe bene in qualunque caso che il fidanzato, soprattutto i primi tempi, cerchi di rispettare le abitudini già consolidate tra l’amico a quattro zampe e la propria padrona.

È dunque fondamentale che il nuovo arrivato  collabori al meglio senza stravolgere la quotidianità preesistente. Inoltre, inizialmente, è bene che il partner si inserisca poco alla volta, in modo di abituare il gatto alla propria presenza: un ingresso per gradi gioverà a tutti e darà modo di evitare graffi o altre ripercussioni.

A tal proposito è bene evitare di rimproverare il gatto se fa il geloso: è naturale che cerchi di cacciare l’intruso che si è messo tra lui e la sua persona di riferimento. D’altro canto se il partner è amante degli animali si è già a buon punto: sarà infatti in grado di trovare il giusto modo di comportarsi e potrà essere d’aiuto con lettiere e veterinari.

 

Tutti questi accorgimenti serviranno sicuramente ad arginare o evitare eventuali problemi legati all’arrivo del partner, scongiurando così le ire del gatto o spiacevoli ultimatum: “O me o il gatto!”