Il gatto è un animale d’affezione che conserva gli istinti e i ricordi di essere un animale selvatico. Come diceva un noto poeta è uno scherzo della natura che da all’uomo l’impressione di poter domare una tigre. E’ uno spirito libero che non ama restrizioni o presenze inopportune. Dotato di grande autonomia, necessita di poche cure e si concede soltanto a chi si mostri degno delle sue coccole. Trascorre gran parte della giornata a dormire per poi mostrare tutta la sua vitalità soprattutto nella parte serale e notturna della giornata. Le sue caratteristiche tipiche di felino, sebbene di piccole dimensione, lo rendono grande esploratore, cacciatore di piccole prede, fiero e poco incline a subire “dominazioni umane”. Contrariamente ai cani, non si sceglie un padrone ma si affeziona molto ai luoghi e alle persone che dimostrano di saperlo coccolare nei modi e nei tempi che la sua natura gli impone. A fronte di queste caratteristiche sembrerebbe impresa quasi impossibile abituare un gatto costretto ad un guinzaglio. Eppure, a fronte di alcuni accorgimenti, è possibile raggiungere l’obiettivo.

Per primo, bisogna curare che il gattino sia abituato al guinzaglio sin da quando è piccolo di età. L’impresa appare una tortura se iniziata con un gatto già adulto. Un altro suggerimento utile consiste nell’utilizzare un guinzaglio corto per evitare improvvise strozzature del micetto durante la sua quotidiana attività di svago e di ricerca di situazioni in cui mettere alla prova le sue qualità acrobatiche. Inoltre, il guinzaglio andrebbe utilizzato di giorno e non durate le ore serali in cui il felino ha bisogno di esprimere tutta la sua natura di predatore. E’ buona regola da seguire, poi, quella di sistemare il guinzaglio con un raggio di azione tale che il gattino abbia la possibilità e facilità di accesso alla sua cuccia e ad una ciotola con il mangiare. Il suo mondo essenziale deve essere a portata di guinzaglio. Sarebbe preferibile, poi, tenerlo al guinzaglio in una zona non di transito da parte di altre persone in modo che non abbia a spaventarsi e a scappare al loro passaggio. Infine, si segnala che la collocazione migliore di una postazione con guinzaglio è all’aria aperta, magari su un bel balcone fiorito.