La mappa interattiva dei gatti del mondo prende il nome di Cat Map ed è un progetto messo in atto dallo zoo di Londra che vuole ricostruire la popolazione intera dei gatti al fine di effettuare un vero e proprio censimento online.
Il progetto si sta espandendo sempre di più in molte parti del mondo e il numero dei gatti che sono stati registrati finora ha raggiunto la quota di quasi 1700 felini, il cui numero è destinato a crescere. Proprio per il fatto che i gatti registrati provengono da più parti del mondo, Cat Map può essere considerato come un progetto di rilevanza planetaria.

Per registrare il proprio micio in Cat Map all’interno di quella che sarà la più grande mappa interattiva che sia stata mai fatta, si possono seguire queste semplici indicazioni. Andando sul sito online di Cat Map dello zoo di Londra, si possono inserire le informazioni del nostro gatto, il suo nome, il colore del suo pelo, l’età e una rapida descrizione dello stesso alla quale si può poi aggiungere anche una fotografia. Una volta inseriti i dati principali viene richiesto di indicare il luogo esatto in cui il gatto vive, cosa che può essere fatta anche inserendo semplicemente il codice di avviamento postale o la provincia. In questo modo si può ricostruire la collocazione esatta dal felino e rendere visibile la diffusione dei gatti sul territorio.

Non è però obbligatorio registrare il proprio gatto se si vuole visitare Cat Map, poichè il sito può essere anche solo consultato al fine di sapere la popolazione di gatti di cui è circondato il nostro territorio di riferimento, la nostra città o la nostra provincia. Cat Map dà in questo una possibilità di interazione piuttosto alta, poichè le ricerche dei gatti possono essere fatte per nome, per città, per razza o per tipologia di pelo, a discrezione di ogni visitatore.
L’importanza di Cat Map non è però solo da riferirsi in termini di censimento online dei gatti, ma anche e soprattutto per sensibilizzare l’uomo nei confronti di questo animale, molto spesso trattato in modo meschino. E’ sostanzialmente una campagna di sensibilizzazione che agisce tramite internet e che in futuro potrà essere estesa anche ad altre specie di animali.