Il tema della castrazione dei gatti divide ancora gli amanti di questo pet.
Perché si dovrebbe castrare il gatto? Oltre all’ovvio motivo di controllare la crescita della popolazione felina, il sito Caster ha elencato 6 ragioni che dovrebbero spingere ogni padrone di un gatto maschio a far svolgere questa operazione sul proprio felino per la sua salute.

 

castrazione gatto
Perché castrare il gatto?

1. Castrare il gatto riduce il rischio di malattie contagiose
Il virus dell’immunodeficienza felina (FIV) si trasmette attraverso delle profonde ferite da morso tra gatti, che si creano spesso in seguito a combattimenti o in altre situazioni critiche. La maggior parte dei gatti infetti da FIV sono maschi ed in particolare gatti non castrati.

 

2. Evitare spruzzi di urina del gatto
L’odore acre che può lasciare un gatto non castrato e soprattutto la sua urina in giro per la casa è qualcosa di fastidioso che con la castrazione si può contenere.

 

3. Evitare le fughe
Se non si fa castrare il gatto, questo tenderà ad uscire e girovagare istintivamente appena avverte l’odore di una gattina quando è in calore per an. Meglio quindi evitare che il proprio pets possa allontanarsi da casa e fuggire.

 

4. La castrazione riduce il rischio di lesioni per i gatti
Un gatto castrato ha la tendenza a gironzolare meno degli altri mici e dunque si abbassa la probabilità che possa andare incontro ad inconvenienti per la strada, in particolare di essere coinvolti in incidenti stradali.

 

5. Il gatto castrato combatte meno
Un gatto castrato tenderà molto più a stare a casa tra le braccia del padrone o nel giardino, rispetto ad andare in giro a sfidare gli altri gatti, riportando magari brutte ferite o traumi non sempre semplici da superare.

 

6. Se il gatto è sterilizzato vive più a lungo
Castrare il gatto gli permette di evitare il cancro ai testicoli e riduce sensibilmente il rischio di problemi alla prostata.

 

 

Samuele Tramontano