Un locale per ritrovarsi con  “i soliti quattro gatti” e, perché, conoscerne anche di nuovi! Ha aperto i battenti a Madrid la “Gatoteca“, il bar dei gatti.

L’idea non è un originale modello “made in Spain”: nel mondo sono già diffusi da qualche tempo i Neko Cafè, cioè i bar per mici. Il nome deriva dal giapponese, dove “neko” significa, appunto, gatto (Maneki Neko, è infatti la rappresentazione iconografica della tradizione giapponese del gatto portafortuna con la zampa alzata).

La prima caffetteria felina spagnola è stata inaugurata pochi giorni fa nella capitale: si tratta di un locale dedicato completamente agli amanti dei gatti e dove i veri protagonisti sono proprio i felini. In uno spazio concepito per le esigenze di questi pet, è possibile accarezzarli, giocare con loro o coccolarli, a patto di non disturbarli durante il sonnellino.

 

La Gatoteca ha anche una finalità benefica: i gatti presenti infatti sono tutti ospiti dei rifugi felini gestiti dall’Associazione ABRIGA, (Asociación Benéfica por el Rescate e Inserción de Gatos en Adopción, associazione di beneficenza per il riscatto e l’inserimento dei gatti in adozione), che tramite il nuovo locale vuole dare visibilità agli ospiti dei propri rifugi, in modo da favorirne l’adozione.

Si accede alla Gatoteca, come in tutti i Neko Cafè, versando una piccola quota destinata all’associazione che gestisce il locale, ed in cambio si potrà apprezzare la compagnia dei gattini per un’ora. Vige però una regola ferrea: è assolutamente vietato disturbare i felini, il locale è destinato al loro benessere!

 

Si ricorda che anche in Italia si stanno diffondendo iniziative simili, come I Tigli di Milano, già raccontata da Petsparadise. La speranza è che  iniziative di questo genere si propaghino sempre più anche nel Bel Paese.