Tra i vari animali adatti alla compagnia umana, e che quindi sono sempre più spesso inseriti in un contesto domestico, negli ultimi anni stanno riscuotendo un grande consenso i furetti che, per la loro natura simile a quella di cani e gatti, rappresentano una valida alternativa.

Se siete tra quanti stanno valutando di adottare un furetto, è bene che sappiate che la scelta deve essere ben ponderata tenendo conto che è un animale con esigenze e caratteristiche particolari e che, una volta in casa, dovrà essere seguito con molta attenzione.

Il furetto, infatti, pur adattandosi alla vita di casa ed alla compagnia degli esseri umani, mantiene pressochè intatta la sua indole selvatica e può manifestare comportamenti particolarmente fastidiosi.

Uno, per esempio, è quello di andare a cercare spazi insoliti per concedersi una pausa relax: è bene che controlliate più volte il cestello della lavatrice, prima di far partire il lavaggio selezionato.
Il furetto potrebbe essersi nascosto proprio lì, al buio ed al caldo, per schiacciare un lungo pisolino.

La stessa regola vale per ogni buco o anfratto che si trova in casa vostra, come gli spazi ristretti tra un mobile e l’altro o nei pertugi del divano: meglio dare una controllata in più che rischiare di soffocare il vostro animale durante i vostri spostamenti per le pulizie domestiche.

Inoltre, il furetto ama scavare e questo potrebbe essere un rischio per il vostro giardino o per i vasi di fiori e piante che verrebbero inesorabilmente sradicate dalla sua foga di animale selvatico.

Se, al contrario, il vostro appartamento non ha un giardino ma semplicemente dei balconi, abbiate l’accortezza di utilizzare del plexiglass per non rischiare di vedere l’animaletto infilarsi tra un’inferriata e l’altra. Le reti sono sconsigliate dato che il furetto vi si arrampicherebbe senza alcuna difficoltà.

Come avrete notato, sono tante le possibili fonti di pericolo per il vostro nuovo amico ma questo non significa che dovrete costringerlo in gabbia per gran parte della giornata: la sua gabbia, infatti, gli servirà unicamente per dormire e per garantirsi una buona dose di privacy nel momento dei pasti ma il furetto è un animale che ha bisogno di muoversi e giocare, esattamente come un cane o un gatto e, pertanto, gli va data la possibilità di muoversi liberamente nell’ambiente.