Se si tengono costantemente in mente tutte le esigenze del furetto, portare questo animale in viaggio non è solo possibile, ma può trasformarsi in una esperienza straordinaria.

Se il viaggio viene fatto in auto, bisogna procurarsi un trasportino in cui il furetto deve rimanere chiuso per tutto il viaggio. Lasciare il furetto libero di muoversi all’interno dell’auto può avere infatti delle conseguenze tragiche; basti pensare ad un furetto che inconsciamente va a disporsi tra i pedali di guida.

Il trasportino deve assolutamente essere previsto anche da chi decide di affrontare, insieme al proprio furetto, un viaggio in aereo, in treno, in nave oppure in autobus. Non dimenticate inoltre di portare dietro tutte le provviste necessarie al furetto durante il viaggio. Acqua e cibo non devono mai mancare per far star bene il vostro animale come a casa vostra. Se decidete di viaggiare in treno, in nave o in aereo, dovrete evidenziare la presenza del furetto al momento della prenotazione o all’acquisto del biglietto. Difficilmente le compagnie prevedono una sovrattassa per il trasporto di questo animale, ma la sua presenza deve assolutamente essere segnalata prima di intraprendere il viaggio.

Un’ultima accortezza che non deve mai esser dimenticata è il comportamento da tenere in caso in cui il viaggio sia finalizzato ad un soggiorno-vacanza. Se la vacanza prevede un alloggio diverso da casa di parenti ed amici, ricordatevi di appurare che l’albergo o il villaggio meta della vostra vacanza accetti al proprio interno la presenza del vostro furetto. Ormai quasi tutte le strutture prevedono la presenza di animali, anche se purtroppo non è raro trovare strutture alberghiere ostili a chi desidera portare con sé i propri “amici inseparabili”, prevedendo supplementi notevoli, che si aggirano attorno ad un dieci per cento di aumento del prezzo previsto per la camera.

Non perdete mai di vista il vostro animale in albergo. Non recatevi mai in spiaggia o a passeggio, lasciando il vostro furetto in camera. Il personale, non abituato a questo animale, potrebbe lasciarselo fuggire, magari durante le pulizie e il cambio d’aria. Un furetto che fugge, difficilmente in grado di tornare indietro, va incontro ad una morte quasi certa.