Per far sì che il week end destinato alla gita in montagna insieme al cane, sia effettivamente una vacanza per disintossicarsi dalle grigie settimane in città, è necessario scegliere una località dove l’amico a quattro zampe sia accettato e possa godere dei suoi spazi, oltre che negli hotel, anche nei centri abitati e nei dintorni, boschi e piste di sci compresi. Trentino Alto Adige e Lombardia sembrano essere indubbiamente le destinazioni che più si confanno alle esigenze di proprietari e quadrupedi, vista anche l’alta disponibilità di strutture alberghiere attrezzate; non che l’ospitalità nelle altre regioni non sia idonea, ma queste due regioni hanno un quid in più, che si evince anche solo dando un’occhiata ai portali istituzionali dedicati.

Trentino Alto Adige: le Valli di Tures ed Aurina sono bellissime mete dove fare escursioni nelle stagioni più miti, ma anche in inverno e con la neve, perchè i cani sono sempre ben accetti; malghe, boschi e laghi sono attrazioni paesaggistiche per i proprietari e luoghi dove sfogarsi a piacimento per i quadrupedi. Il comune di Brunico, posto all’imbocco della valle, distribuisce ai turisti una brochure, dove sono indicate le 30 toilette per cani presenti in città e le aree dove sono ammessi anche senza guinzaglio; presso la polizia municipale poi, è possibile ritirare il kit per la raccolta degli escrementi. Tutti dettagli che denotano una gradita attenzione verso i turisti cinofili. San Martino di Castrozza o Predazzo possono essere le basi ideali per escursioni nel Parco Naturale di Paneveggio-Pale di San Martino, dove tre sentieri tematici offrono spunti interessanti per passeggiate in una natura ancora incontaminata, e dove la sera si può godere delle offerte enogastronomiche dei due paesi.

Lombardia: i dintorni di Ponte di Legno, in Valle Camonica, sono un luogo ideale dove fare passeggiate nei boschi, in cui l’amico a quattro zampe possa dare sfogo a tutta la sua adrenalina e godere di un fine settimana all’insegna della natura; la cittadina e i dintorni offrono poi ai padroni diverse opportunità di svago, oltre che centri benessere ed attività sportive. Purtroppo non è ancora fuori luogo ricordare di applicare tutte le regole della buona educazione, utili anche a far sì che sempre più zone accettino e si attrezzino per ospitare gli amici a quattro zampe.