Il primo soccorso é l’aiuto fornito ad un soggetto che ha subito un trauma o un malore, in attesa che dell’intervento di personale qualificato, il nostro compito oltre alla semplice chiamata consiste anche nell’assicurare, per quanto possibile, la sopravvivenza dell’infortunato evitando cosi ulteriori danni. Molti sono i corsi e le iniziative volte a sensibilizzare il primo soccorso, che si tengono non solo per le emergenze umane ma anche per gli animali.
Un corso di primo soccorso per gli animali è quello organizzato dall’associazione europea Team e paramedici a Colliano D’Asti, un paesino di milletrecento persone nella provincia di Asti (Piemonte).
Scopo fondamentale del corso è contribuire a formare persone capaci di aiutare gli animali in caso di difficoltà.

L’idea di organizzare una lezione di primo soccorso per gli animali e in particolare per i cani, è emersa a seguito di numerose testimonianze dei proprietari, che in un momento di emergenza non sapendo cosa fare hanno rischiato di peggiorare la situazione, lasciando le loro bestiole in preda al loro destino. A tal motivo è essenziale che tutti i proprietari di animali e sopratutto gli operatori cinofili, debbano essere preparati con consapevolezza e prontezza o comunque saper gestire la situazione.
Nella vita quotidiana esistono certamente rischi occasionali per gli animali, sia di piccola che di grande taglia, come ad esempio morsi, colpi di calore, avvelenamento.
I soggetti più a rischio sono certamente i cuccioli e i gli animali in avanzata età, i primi per la loro inesperienza e per la loro vivacità che spesso li porta ad essere imprudenti come avvicinarsi ad un vespaio, leccare e mangiare sostanze sconosciute e quindi forse pericolose ecc ecc; i secondi invece proprio per la loro avanzata età sono più soggetti a malori come vomito, convulsioni ecc ecc.

Il programma formativo ha una durata di circa otto ore, nato in collaborazione con l’ANPANA (Associazione Protezione Animali Natura e Ambiente), le lezioni si compongono in due parti: la prima parte consiste in un esposizione dei metodi di intervento in modo da fornire indicazioni concrete in casi specifici, nella seconda con un confronto attivo con i partecipanti sulla provenienza di incidenti e come ridurre gli stessi, portando cosi il rischio a zero.