Quando un cane patisce frequenti e forti attacchi di tosse, oppure ha solamente piccoli e costanti colpi di tosse, è bene che il suo padrone lo porti al più presto dal veterinario per una visita di controllo: la tosse potrebbe essere causata solo da un leggero raffreddamento ma potrebbe anche essere il sintomo di altre patologie, anche gravi.

 

La tosse è un riflesso che origina dalla stimolazione delle cosiddette aree “tussigene”, che hanno la funzione di espellere aria e liberare l’apparato respiratorio da eventuali sostanze irritanti o corpuscoli estranei.

La sua origine può essere principalmente imputabile a due cause: un problema legato a un elemento dell’apparato respiratorio, come i bronchi, la gola, la trachea, ecc. oppure un’implicazione cardiaca, essere cioè sintomo di un’alterazione del funzionamento del cuore.

Nel caso si tratti di un problema dell’apparato respiratorio bisogna distinguere diversi casi e diverse origini: se la tosse del cane è forte e secca e il pet non ha nessun altro sintomo, il problema può essere una semplice ingestione o inalazione di una sostanza che gli ha irritato la gola. Se invece la tosse risulta più profonda, la criticità può derivare dalle basse vie respiratorie.

Una tosse secca e stizzosa può invece essere determinata da un problema virale, come per esempio il cimurro. Ogni volta che gli organi respiratori vengono irritati, può subentrare una complicazione batterica, in seguito a raffreddamenti banali o colpi d’aria.

 

La tosse cardiaca si verifica invece in seguito ad un rallentamento del lavoro del cuore, che provoca la diminuzione della circolazione sanguigna al livello dell’apparato polmonare. Questo indebolimento comporta sofferenza polmonare con conseguente tosse, più intensa di notte per la posizione assunta nel momento del riposo, che accentua i problemi circolatori. La tosse cardiaca può provocare anche svogliatezza e riduzione dell’attività fisica.