Praticare uno sport è importante tanto per il padrone quanto per il suo amico a quattro zampe. Per il cane sono state pensate molte attività cinofilo-sportive, soprattutto divertenti e utili per migliorare il rapporto affettivo con il proprio animale domestico.

 

La scelta di uno sport non è complicata: è sufficiente infatti conoscere l’indole del proprio animale per optare per l’attività che meglio si adatta alle sue caratteristiche, sia in termini di razza sia di carattere. Far applicare il pet in prestazioni fisiche offre il vantaggio di assecondare la sua naturale propensione al gioco, con attenzione però a non sottoporlo a sforzi estenuanti: l’attività deve essere fonte di reciproco divertimento. 

Lo sport, probabilmente, più conosciuto nell’ambito cinofilo è l’agility, che consiste nell’affrontare un percorso ricco d’ostacoli nel minor tempo possibile. Questa attività può essere praticata da qualsiasi cane, di ogni razza (compresi i meticci) e taglia. Il gioco si svolge fianco a fianco con il proprio cane, seguendolo durante tutto il tragitto. In questo modo si potranno impartire all’animale i comandi o semplicemente si potrà incitarlo.

Un’attività particolare è l’utilità e difesa (abbreviata con la sigla UD), che mira a potenziare la comunicazione tra cane a padrone. Per eseguire l’UD Fido prenderà parte a numerosi esercizi, mai coercitivi e, in questo modo, i suoi aspetti caratteriali saranno svelati. Dall’UD sono esclusi i cani particolarmente aggressivi o timidi, incapaci dunque di rispondere in maniera adeguata ai comandi del proprietario.

Un vero e proprio classico è il gioco del lancio e riporto, riproposto oggi nella versione “disc dog”. A quest’attività possono essere incoraggiati i cani che hanno compiuto almeno 15 mesi, ed è necessario l’ausilio di un grande prato e di un frisbee. Per cominciare si lascia giocare il cane da solo con il frisbee, abituandolo al riporto con una semplice pallina. Soltanto in seguito si potrà passare alla presa al volo.