Avendo un cane ti potrà capitare di imbatterti in un’emergenza che richieda un rapido intervento; spesso il cane è in pericolo e la terapia deve essere tempestiva e mirata per salvargli la vita.

Avvelenamento: a causa di sostanze (acidi, antiparassitari, farmaci, veleni di varia natura, cibi avariati), di gas, di liquidi (acque stagnanti, putride, contaminate). E’ indispensabile allontanare l’animale dalla fonte somministrandogli un antidoto specifico, farlo bere molto (acqua o latte), dargli carbone attivo, olio vegetale o bismuto, bicarbonato di sodio o di magnesio.
Colpo di calore: si nota un forte rialzo della temperatura corporea, soffocamento, ansimazione, salivazione abbondante; se l’intervento non è rapido, l’animale entra in coma e muore. E’ necessario allontanare il cane dal calore, bagnarlo con acqua fredda, farlo bere a piccoli sorsi.
Coma: causato da incidenti, da folgorazione, da avvelenamento; se l’animale mostra segni vitali è indispensabile recarsi immediatamente al pronto soccorso veterinario.
Congelamento: è indispensabile riscaldare il cane massaggiandolo con coperte di lana preriscaldate, applicare una borsa dell’acqua calda, quando è possibile si consiglia di immergere l’animale in un recipiente contenente acqua a 40 gradi, somministrargli latte caldo, asciugandolo con un asciugacapelli.
Ingestione di corpi estranei: (palline, aghi, ami da pesca, elastici, spugne). Se l’oggetto si trova nella bocca è necessario asportarlo, se invece è già stato deglutito è utile fare ingerire al cane un boccone di cibo spugnoso che possa inglobare il corpo estraneo, convogliandolo verso il retto.
Cadute ed incidenti: le conseguenze più temibili degli incidenti sono le emorragie interne; è indispensabile portare l’animale al pronto soccorso, trasportandolo mediante un asse rigido o una coperta, immobilizzando gli arti fratturati con stecche rigide.
Punture di insetti: possono determinare reazioni allergiche; si deve rimuovere il pungiglione mediante una pinzetta, e successivamente trattare la ferita con un impacco di ghiaccio per alleviare il dolore.
Ustioni: l’animale può entrare in uno stato di choc (polso rapido, raffreddamento delle stremità, dilatazione pupillare, ritmo respiratorio veloce, estrema debolezza). Si deve portare l’animale al pronto soccorso, dopo aver praticato massaggio cardiaco e respirazione artificiale.
Mal d’auto: il cane può soffrire sia per la paura che per il movimento; bisogna non tenerlo chiuso in gabbia e farlo respirare attraverso finestrini aperti; può essere consigliabile un blando sedativo o un anti-emetico.