In Via Palestro a Milano potrebbe presto aprire i battenti la prima piscina italiana per cani, nella quale gli amici a quattro zampe avranno la possibilità di tuffarsi e rinfrescarsi per sconfiggere l’afa estiva, in piena libertà e sicurezza.
È questo il progetto proposto dal consiglio della Zona 1 per convertire le vasche per le otarie dello zoo, oramai chiuso da anni, ubicato proprio al centro dei giardini pubblici di via Palestro.

Verde e Ambiente“, la commissione presieduta da Elena Grandi, sostiene la proposta appoggiando la richiesta dei padroni dei cani di variazione d’uso di un’area, all’interno del parco dedicato alla memoria di Indro Montanelli, dove permettere ai propri amici pelosi di refrigerarsi.

 

Questa trasformazione rasserenerebbe peraltro la parte di frequentatori dello spazio verde che ha manifestato un certo fastidio per i cani che attualmente si tuffano nei laghetti artificiali e nelle fontane del parco e che poi, scrollandosi l’acqua di dosso, bagnano inevitabilmente i passanti. La piscina per cani sembra quindi la soluzione ideale per tutti. La struttura è stata appositamente disegnata e costruita per accogliere animali in tutta sicurezza ed ha già una sua recinzione. Gli uffici del settore Parchi hanno ricevuto la proposta ed ora si attende la risposta.

 

La vasca è vuota dal 1992, anno in cui, dopo le numerose proteste degli animalisti, il comune di Milano dispose la chiusura dello zoo e destinò gli animali a centri più grandi e meglio attrezzati. Le gabbie sono state smantellate pochi anni fa, poiché numerosi senzatetto avevano iniziato ad utilizzarle come dimore notturne; per loro l’Amministrazione Comunale ha trovato soluzioni più confortevoli nei dormitori di Milano.