Un’altra dimostrazione di quanto gli animali possano essere d’aiuto agli uomini, di quanto la pet therapy possa illuminare una vita che sembrava perduta.

vercelli  casa di riposo-pet terapy

E ora succede anche al policlinico di Mestre dove da alcuni mesi, in collaborazione con l’Ulss 12 veneziana si sta sperimantando la frequenza controllata degli animali e la pet therapy. In particolare i cani hanno accesso per un’ora alla settimana, seguiti dai volontari, ai 25 pazienti dell’ospice: persone anziane, purtroppo alcune delle quali malate terminali e spesso sole.

 

I risultati, come  ha dichiarato sulla Stampa il dott. Renzo Malatesta, direttore sanitario del policlinico, sono stati eccezionali: un cane è riuscito addirittura ad interagire con un signore già molto avanti con gli anni che sembrava non dimostrare più voglia di vivere e comunicare con il mondo esterno.

pet therapy mestre 1

Ai pazienti ricoverati è permessa la visita dei quattro zampe in corsia o, se hanno la possibilità di camminare, all’aperto, in giardino.

 

Ma la presenza degli animali non si limita solo alla pet therapy: è stata data la possibilità ai dipendenti del policlinico, su richiesta motivata, di portare sul luogo di lavoro il proprio animale, in modo da portare benessere agli stessi e farli lavorare nel modo migliore.

 

[Foto da web]

 

Roberta Ravelli