Chi possiede più di un cane in casa sa benissimo che possono sorgere dei problemi di convivenza tra di loro. Ecco di seguito quali misure adottare per evitare risse e litigi tra due amici a quattro zampe, oppure come separarli in modo che nessuno si faccia del male.

 

 

Quali sono i motivi più frequenti di litigio tra cani? Solitamente i cuccioli litigano tra di loro per una questione di ruolo dominante. I cani discendono dai lupi e quindi istintivamente hanno la tendenza a riconoscere le regole della vita in branco, dove c’è un esemplare, il capobranco, con un carattere dominante sugli altri animali. In genere i litigi nascono proprio tra due cani maschi, che vorrebbero dominare uno sull’altro. Le femmine, invece, difficilmente si contrastano per motivi di leadership.

Un’altra ragione di disputa tra cani è la difesa. In particolare le cagnoline diventano aggressive dopo aver partorito: la tensione è imputabile allo stress del parto e all’istinto di protezione dei propri cuccioli. Chi possiede un cane femmina che ha appena messo al mondo dei piccoli è meglio che eviti il contatto con altri cani, con i quali si produrrebbero naturali scontri di reazione alla difesa.

Altro motivo molto frequente di litigio è il cibo: ciascuno deve avere la propria ciotola ed occorre controllare sempre che non si disturbino nel momento del pasto, ad esempio azzuffandosi per togliersi la pappa a vicenda.

 

Una regola fondamentale per cercare di porre fine alle loro baruffe è non alzare la voce contro i cani stessi, perché le urla vengono interpretate dai pets come incitamento a proseguire.