Nuove norme che riguardano il benessere e la condotta dei cani sono state pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale del 6 settembre 2013 N. 209, e dovranno quindi essere rispettate da tutti i proprietari per evitare di andare incontro all’attribuzione di sanzioni. L’ordinanza è stata emessa dal ministero della Salute. Nel nuovo provvedimento è contenuta l’imposizione ai proprietari di cani dell’uso del “guinzaglio corto”, (lunghezza massima di 1,5 metri) e dell’obbligo di avere sempre a disposizione la museruola durante le passeggiate, in modo da poterla usare prontamente in caso di necessità.

 

Con lo stesso atto amministrativo viene disposta l’istituzione di corsi per i padroni. Secondo quanto ha comunicato il Ministero della Salute, l’adozione di questa ordinanza si è resa necessaria in seguito al rilevante numero di incidenti che si sono verificati «soprattutto in ambito domestico, legati alla non corretta gestione degli animali da parte dei proprietari». È stata inoltre chiarita efficacemente la questione riguardante la responsabilità penale degli atti compiuti dal cane e dei danni che lo stesso animale può provocare, che rimane esclusivamente a carico del padrone.

 

Rimarcato l’obbligo per il padrone di raccogliere le feci del cani utilizzando gli strumenti adatti che il proprietario deve sempre portare con sé. L’ordinanza ha una validità di 12 mesi.

In merito ai corsi, o percorsi formativi, per i proprietari, è stato precisato che saranno organizzati da parte dei Comuni che si avvarranno della collaborazione dei servizi veterinari delle Asl di zona, ma anche di medici veterinari e della protezione animali. I proprietari di cani che parteciperanno ai corsi, e che dovranno farsi carico delle spese dei corsi stessi, riceveranno un attestato di partecipazione. Tra le varie norme contenute nell’ordinanza ne sono presenti anche alcune volte ad assicurare il benessere degli animali: si invitano infatti i proprietari a tutelare la vita del cane stesso nel pieno rispetto dell’ambiente e delle persone con cui viene quotidianamente a contatto.