Omnia vincit amor, ovvero l’ amore vince tutto, è una frase latina tratta dalle Bucoliche di Virgilio. Questa volta non si parla però di esseri umani, ma di animali. Animali eccezionali, capaci di operare un incredibile cambiamento nei loro simili.

 

Geraldine e Rex sono due esemplari appartenenti ad universi totalmente diversi; la prima, un’oca, fa parte del mondo delle prede mentre il secondo, un pastore tedesco, è decisamente un predatore.

Rex ha undici anni ed un passato travagliato alle spalle nel quale ha subito ira e violenza; così questo cane è diventato incapace di costruire un rapporto pacifico con la gente, rischiando addirittura di essere soppresso. È stato quindi condotto al rifugio Puriton Horse and Animal Rescue nei pressi di Bridgwater, nel Somerset. Qui incontra Geraldine, l’amata e dolce oca, con cui subito intreccia una magica amicizia e che esercita su di lui una forte influenza positiva, al punto da eliminare la sua indole aggressiva.

Il cane e l’oca sono legati da un profondo affetto, che è evidente a chiunque li osservi. I due insieme passeggiano, giocano e dormono, condividono il cibo e mangiano addirittura dalla stessa ciotola. Rex è sempre pronto a difendere la sua Geraldine; passa intere giornate al suo fianco, leccandole la testa e proteggendola mentre riposa.

 

Una storia che aiuta a comprendere come gli animali spesso, in quanto senso di umanità, superano di gran lunga gli uomini.

 

 

Alessandra Bottaini