A chi non è capitato di guardare incuriosito il proprio cane girare più volte su se stesso, annusando erba e terriccio, prima di accomodarsi per i propri bisogni?

In quel momento avremmo attribuito quel bizzarro atteggiamento a fisime inspiegabili dell’amico quadrupede oppure ad una sua accurata ricerca di stimoli olfattivi che favorissero l’evacuazione intestinale o della vescica. Del resto – avremmo concluso – anche noi umani per queste cose abbiamo i nostri rituali, quindi perché mai non ascriverli anche alle pratiche comportamentali proprie dei cani?

Invece, la scienza pare che smentisca questa nostra conclusione, dando una versione tutt’altro che semplicistica dei bisogni dei nostri cani. Un recentissimo studio di un’equipe di ricercatori britannici, pubblicato sulla rivista Frontiers in Zoology, sostiene che dietro tutto quel girellare del cane, prima di accovacciarsi, ci sia la volontà di allineare il proprio corpo in base all’asse magnetico nord-sud della Terra.

Se di scoperta si tratta, allora la notizia ha del sensazionale e scriverebbe un paragrafo importantissimo della storia comportamentale dell’animale, che non può certo non avere ricadute anche sul comportamento umano. Ma, come spesso avviene, le scoperte più stravaganti e all’apparenza inutili, sono soggette all’umorismo e al sarcasmo dei più, che non hanno mancato di porre ironicamente l’accento sull’intelligenza dei cani che, allineandosi con l’asse magnetico nord-sud, ruotando la Terra da est ad ovest, si sono in tal modo cautelati contro un’eventuale (quanto improbabile – ma non si sa mai!) frenata del pianeta, la quale gli avrebbe rimandato sul muso i bisogni, se avessero scelto l’allineamento est-ovest.

Al di là della facile irrisione, tuttavia resta lo studio molto documentato dei ricercatori. Questi, infatti, hanno osservato i comportamenti di più di 70 cani di 37 razze diverse e vagliato quasi 2000 loro evacuazioni – effettuate senza guinzaglio, quindi liberi di scorrazzare a piacimento e scegliere con cura il posto dove espletare i propri bisogni assecondando i propri riti.

 

La campionatura dei dati riscontrati e registrati ha dimostrato che i cani evitavano deliberatamente un allineamento est-ovest, prediligendo quello nord-sud. La causa del fenomeno è ancora da chiarire, ma i ricercatori sono convinti che ci siano i presupposti per far luce sull’uso che gli animali fanno del campo magnetico della Terra.