Una storia davvero incredibile quella del cane randagio Arturo, che è riuscito a conquistare una squadra di atleti svedesi durante una Adventure Race. La competizione prevede che alcune squadre composte da 2/4 componenti percorrano dai 100 ai 700 km, attraversando un ambiente selvaggio in completa autonomia: il percorso no stop prevede discipline davvero impegnative come trekking, arrampicata e discesa su corda, corsa off road, mountainbike, orientamento, kayak marino e fluviale, nuoto, canyoning ed equitazione.

arturo cane randagio 2

Una competizione davvero faticosa a cui a un certo punto, più precisamente in Ecuador, ha preso parte anche un cane randagio di nome Arturo. Il capitano del team svedese Peak Performance, Mikael Lindnord, ha condiviso con il quattro zampe denutrito una polpetta durante una sosta: da quel momento l’animale non ha più voluto lasciare il gruppo, facendo mostra di grande coraggio e forza di volontà.

La parte più difficile è stata quando i componenti del gruppo hanno dovuto affrontare la gara in kayak: i giudici svedesi avevano proibito loro di portare Arturo sulle imbarcazioni perchè troppo pericoloso, così l’animale più determinato che mai, ha iniziato a seguirli a nuoto fino a quando il capitano Lindnord, commosso da tanto affetto e determinazione, ha deciso di prenderlo a bordo tra gli applausi di tutti.

arturo cane randagio

Alla fine della competizione, nella quale gli svedesi si sono qualificati dodicesimi, Mikael ha avuto il permesso delle autorità di portare il nuovo amico a quattro zampe a casa con lui e, grazie alle donazioni di molti generosi, è riuscito a pagare le cure veterinarie di cui aveva bisogno.

Una storia di amicizia che non può non stupire e far riflettere sull’importanza del rapporto tra cane e uomo!

 

Roberta Ravelli