Purtroppo episodi di maltrattamenti sugli animali si verificano spesso in ogni parte del mondo, spesso restando completamente impuniti. Uno degli ultimi casi si è verificato in Canada e ha scatenato accese polemiche.

dobermann maltrattato
Altro caso di cane maltrattato

Il manager di un’azienda ha, infatti, maltratto all’interno dell’ascensore del palazzo in cui vive il suo dobermann, prendendolo letteralmente a calci. L’episodio è però stato ripreso dalle telecamere di sicurezza dello stabile e visionato dalla sorveglianza che ha contattato l’associazione SPCA e le forze dell’ordine.

Grazie alle indagini, il colpevole è stato riconosciuto dal CEO della catena Centerplate, specializzata in sport e intrattenimento. In  attesa del processo che lo vede sotto accusa per il mattrattamento del cane, l’uomo ha perso il lavoro.

 

Il presidente dell’azienda, Joe O’Donnell, ha reso noto in un comunicato:”Vogliamo ribadire come non condoniamo, tantomeno ignoriamo, l’abuso sugli animali. A seguito di un’estesa revisione dell’incidente, vorrei scusarmi per il disagio che questa situazione ha causato in molti”

In un primo momento sembrava che la società avesse proposto una donazione di 100.000 dollari a un rifugio per animali e 1.000 ore di lavori socialmente utili per il CEO, ma a seguito di boicottaggi e petizioni, firmate da oltre 190.000 persone, il manager (precedentementesi scusato per il suo insensato comportamento) ha rassegnato le sue dimissioni in accordo con l’azienda.

Il suo dobermann è invece finalmente al sicuro e in piena salute.

 

Roberta Ravelli