Quando si ha intenzione di comprare un cucciolo di cane o di andare in un canile per adottarne uno, la scelta spesso si basa su quanto crescerà l’animale. Fattore, questo, da non sottovalutare, soprattutto se si abita in un appartamento e non si ha sufficiente spazio per dare al cane la libertà di muoversi e correre.

Ogni cane ha tempistiche di sviluppo proprie, che dipendono dalla razza, ma ci sono alcuni elementi che possono aiutarci a capire di quale taglia sarà l’amico a quattro zampe che desideriamo. La difficoltà maggiore nel capirne lo sviluppo è legata ai meticci e agli incroci e a tutti i cuccioli per i quali non c’è un albero genealogico.

I cani possono essere di taglia toy (mini), piccola, media, grande o gigante. Per avere un’idea di massima della taglia, è possibile controllare le dimensioni delle zampe: se sono grosse rispetto al corpo, presumibilmente diventerà di taglia media o grande. Se invece sono piccole, il cane rimarrà di taglia medio – piccola.

Questo metodo empirico aiuta nei casi in cui non si conoscono i genitori o il padre del cane, altrimenti si potrebbe avere quasi la certezza di quanto crescerà il cucciolo. Solitamente, infatti, se i genitori sono di grossa taglia diventerà grande, mentre, al contrario, resterà piccolo.

Un altro sistema che permette di calcolare in modo abbastanza preciso quanto diventerà grande il cucciolo si basa sul rapporto peso – età. Si possono fare calcoli mediante l’uso di un grafico di crescita, che ci permette di individuare in proiezione la taglia.

Se un cucciolo di pochi mesi pesa già 10 kg, facilmente questo diventerà di taglia grande. Il calcolo basato sul peso è abbastanza efficace, anche se si rivela solo una stima in assenza di un grafico preciso; sulla base del peso del cucciolo a quattro mesi, si presume che raggiungerà all’incirca il doppio del peso da adulto.

Un altro fattore importante è l’altezza, che generalmente nel cucciolo di sei mesi è di circa ¾ di quella che avrà da adulto.

 

Avvalendosi di questi metodi, più o meno efficaci, si può almeno avere un’idea di massima sulla taglia del cane, anche se un veterinario sarà sicuramente in grado di valutare la situazione con maggior precisione.