Come prendersi cura di una tenera cucciolata di piccoli cagnolini? Può capitare, agli amanti dei pets, di avere la necessità di accudire i cuccioli di cane durante i primi giorni della loro vita, periodo particolarmente delicato soprattutto se la loro madre non è presente.

Come comportarsi?

È indispensabile preparare la cuccia possibilmente prima del parto, in modo da far accettare alla futura madre il nuovo giaciglio per la famiglia che verrà. Così facendo si eviterà che vada alla ricerca di un ricovero adatto al parto e alla cura della cucciolata. La cuccia-nursery deve essere posizionata in un luogo spazioso con poche correnti d’aria: i neonati hanno bisogno di un ambiente climatico che preveda almeno 32 gradi centigradi poiché alla nascita non riescono a regolare ancora autonomamente la loro temperatura corporea.

Durante le prime tre settimane di vita è necessario pesare i cuccioli ogni giorno per accertarsi che stiano crescendo in modo sano e regolare. Se il peso dei nuovi arrivati non aumenta significa che non ricevono adeguato nutrimento, quindi o il latte della madre non è completo oppure, in caso di allattamento con il biberon, non viene somministrata loro la giusta quantità di latte sostitutivo.

 

Ogni quanto devono mangiare i cuccioli?

Occorre dare loro il latte ogni 2-3 ore, possibilmente anche di notte. Se la madre dei cuccioli non è presente occorre provvedere all’allattamento artificiale, somministrando loro il latte in polvere, diluito necessariamente con acqua distillata, dal momento che i cuccioli non sono in grado di tollerare anche la più piccola traccia dei parassiti presenti nell’acqua del rubinetto durante le prime settimane di vita, causa di problemi intestinali.

Per allattarli si può adoperare un biberon per bambini. A meno che non si sappia esattamente come utilizzarli, è preferibile non usare tubi, siringhe o contagocce: i cuccioli non sanno ancora chiudere correttamente la glottide e l’eccesso di latte potrebbe soffocarli.

A partire dalla terza settimana è possibile nutrire i cuccioli ogni 4 ore, introducendo gradualmente nel menù piccole quantità di cibo solido, come ad esempio cereali ed omogeneizzato di carne. Soprattutto nei primi approcci con il cibo occorre incoraggiare il cucciolo a succhiare la pappa. Finché i cagnolini dimostrano appetito si deve continuare a nutrirli. All’ottava settimana di vita i piccoli Fido potranno mangiare senza problemi le crocchette, senza dover più introdurre latte o cereali.

La pulizia della cuccia e dei cagnolini è molto importante, soprattutto nei giorni immediatamente successivi al parto.

 

La vaccinazione dovrà essere effettuata a partire dalla sesta e fino alle dodicesima settimana di vita incluse. Prima di questo periodo i cuccioli ereditano l’immunità dalla madre; successivamente, tra le 6 e le 12 settimane di vita l’immunità acquisita lentamente svanisce ed i cuccioli divengono attaccabili da malattie ed infezioni.