Per chi adotta un cucciolo, esistono una serie di consigli e di informazioni da sapere, così da far crescere il proprio piccolo amico felice e in ottima salute. La sua alimentazione dovrà essere diversa da quella di un cane adulto, non solo per la quantità ma anche per la qualità.
Ogni cucciolo viene nutrito, per almeno trenta giorni, esclusivamente con il latte materno. Far mancare questo fondamentale alimento vuol dire pregiudicare la salute e la stabilità del piccolo sin dalla più tenerà età. Riproporre come alimento il latte di vaccino scremato anche dopo lo svezzamento può essere una decisione saggia ma, considerando il fatto che il cucciolo non possiede gli enzimi per digerirlo, per qualche giorno sono possibili fastidiose diarree.

Per i primi mesi è importante che il cucciolo si nutra almeno tre o quattro volte al giorno, dato che è stato abituato a nutrirsi di frequente attraverso il latte materno. Così come il cane adulto, ha inoltre bisogno di un pasto bilanciato e ben equilibrato ogni giorno, così da permettergli di crescere nel migliore dei modi. Volendo preparare ogni tanto il pranzo per il proprio piccolo amico a quattro zampe, il consiglio è quello di optare per carni bianche o filetto di pesce da accompagnare, magari in brodo, con verdure quali patate, zucchine e carote e un po’ di pomodoro. E’ possibile completare il pranzo con del riso scaldato che andremo ad amalgamare con gli altri alimenti. Il tutto dovrà essere preparato con alimenti freschi, di prima qualità e senza aggiungere mai sale. Il modo migliore per poter nutrire il proprio cucciolo resta quello di ricorrere agli alimenti secchi presenti in commercio, specifici per cuccioli e preparare le dosi previste sul retro della confezione. A partire dal terzo mese i pasti non saranno più tre o quattro, ma due o tre e con il passare del tempo potranno ridursi fino a uno o due al giorno. Almeno ogni quindici giorni sarebbe opportuno pesare il proprio cucciolo così da monitorarne la crescita e poter intervenire tempestivamente in caso di correzioni da apportare.