E’ normale che il cucciolo sporchi in casa per qualche tempo, dal momento che proprio come un neonato ha pochissimo controllo sulle sue funzioni corporee; dopo qualche settimana, però, si può iniziare ad educarlo alla “toilette”.

Se vivete in appartamento, probabilmente avrete bisogno di usare i giornali o gli appositi tappetini per qualche mese, mentre se avete un giardino facilmente accessibile potrete iniziare subito a fargli capire qual è il luogo giusto per sporcare.
Il primo trucco è essere pronti: il cucciolo tende a sporcare subito dopo mangiato, per cui appena finisce il pasto dovete portarlo sul tappetino (oppure sull’erba) e tenercelo per il tempo necessario.

Dopo un po’ dovrebbe iniziare a dirigersi da solo verso il suo tappeto quando ne sente la necessità. A questo punto, dovrete fare attenzione alla posizione del tappetino: deve essere abbastanza vicino alla ciotola da consentire al cucciolo di arrivarci “in tempo”, ma non troppo vicino perchè a nessun animale piace sporcare il luogo dove mangia o riposa e potrebbe quindi decidere per un posto “alternativo”. Inoltre, se ogni volta che va da solo a farla nel posto giusto lo premierete con tanti complimenti e qualche bocconcino vi accontenterà più che volentieri!

Se la fa dove non vede, i vecchi metodi del “mettergli il naso dentro” sono del tutto inutili! Se lo cogliete sul fatto, un bel “NO!” in tono secco ed un rapido trasferimento sul tappetino dovrebbero bastare, mentre se lo scoprite quando si è già allontanato sarebbe inutile sgridarlo; meglio però evitare di farsi vedere mentre si pulisce, potrebbe pensare che avete gradito il “regalo”… Se notate che ha un posto “preferito”, potrebbe essere utile spostare lì il tappetino.
Una volta che il cucciolo ha capito il meccanismo e la sua “resistenza” aumenta (verso il 5°-6° mese), potete cominciare gradualmente a diminuire i tappetini e spostarli verso la porta prima e sul pianerottolo poi, fino a che vi segnalerà chiaramente la volontà di uscire quando ne avrà bisogno. Di sicuro vi capiterà di dover fare lunghissime passeggiate nelle quali il cucciolo non si deciderà a sporcare: potete portare con voi un pezzo di tappetino da poggiare sul marciapiede per convincerlo, ed usare i soliti complimenti e bocconcini per ricompensare i progressi.