Addestrare un cane per trovare i tartufi non è difficile, a patto di conoscere alcuni trucchi per velocizzare l’apprendimento.
Per prima cosa occorre realizzare una pallina con un panno all’interno del quale dovremo inserire dei piccoli pezzi di tartufo: una pallina grande abbastanza da poter essere presa in bocca dal cane senza ingoiarla. Cominciamo tirando la pallina in un posto in cui possa essere vista dal cane; l’animale sarà portato a seguirla per istinto, e piano piano – dietro i nostri suggerimenti – inizierà a riportarcela. Quando la riporterà, sarà nostro dovere premiarlo con un riconoscimento gradito, per esempio qualche coccola o un biscottino.
Il passo successivo prevede di lanciare la pallina nell’erba alta, dove il cane non la possa vedere. Egli, così, per ritrovarla e riportarla potrà contare solamente sul suo fiuto.

Il terzo step, infine, consiste nel lanciare la pallina “nascondendoci”, evitando cioè che il cane segua la traiettoria e per cercarla sia obbligato a fiutare. È evidente, naturalmente, che prima di procedere alla fase successiva è indispensabile che la bestiola abbia memorizzato quella precedente. Una volta apprese senza esitazioni le prime tre fasi, il cane dovrà rintracciare la pallina in posti sempre più difficili: essa, per esempio, potrà essere sistemata in una fessura del terreno, incastrata, così che il cane per trovarla debba scavare con le zampe.
Dopodiché, quando il nostro amico avrà imparato a scavare e compirà quel gesto in maniera regolare, potremo sotterrare nel terreno i primi pezzi di tartufo, senza pallina, lasciandoli sul posto anche per ore: quando il loro odore si diffonderà, sarà il cane stesso a correre per cercarli.
Nel caso in cui l’animale mostrasse delle difficoltà nell’apprendere questo nuovo procedimento, potremo tornare a quello precedente, così da renderlo più sicuro. L’importante è non avere fretta e soprattutto essere in grado di valorizzare il nostro cane ogni volta che eseguirà un’azione giusta.
In questo modo riuscirà a diventare un cercatore di tartufi provetto, ma solo dopo settimane e settimane di allenamento.
Le razze di cane più affidabili nella ricerca dei tartufi sono il Labrador, il Bracco italiano, il Lagotto e soprattutto il Pointer. Quest’ultimo, in particolare, è celebre per il suo fiuto e per la facilità con cui può essere addomesticato. Obbediente e veloce, rappresenta un cane da tartufi perfetto.
Tuttavia, si sta diffondendo sempre di più l’abitudine di addestrare a trovare i tartufi anche bastardini o cani di altre razze.