Aspirare ad educare il proprio cane ad un comportamento socievole e non aggressivo con gli altri cani è uno degli obiettivi più importanti per ogni padrone. Spesso il proprietario cerca di bloccare le reazioni del suo amico a quattro zampe strattonando in modo impulsivo il guinzaglio del pet, oppure rimproverando con grida scomposte il cane.

Queste modalità sono invece controproducenti, perché anziché placare l’aggressività dell’animale la incitano.

 

Un ambiente familiare tranquillo scongiura che il cane sviluppi aggressività una volta al di fuori del suo contesto.
L’animale deve camminare dietro al padrone, o al massimo al suo fianco. Se il cane cammina davanti al proprietario, avvertirà che la persona non ha il controllo della situazione e si permetterà qualsiasi tipo di comportamento.

Evitare strade note per la presenza di altri cani: ridurre gli incontri, pur senza evitarli del tutto, contribuisce a calmare l’animo aggressivo del pet, favorendone una migliore gestione.

Un’altra soluzione per rendere meno impetuoso il cane di fronte ai suoi simili è il ‘clicker‘: una tecnica che unisce il ‘rinforzo positivo’ alla capacità di distrarre il cane quando si trova in prossimità di altri animali. Si utilizzerà perciò questo piccolo strumento in grado di emettere un suono che distoglie la sua attenzione dall’altro pet, dopodiché è necessario ricompensarlo immediatamente con un premio in cibo.

Non consentire che il cane annusi le urine di altri animali, oppure che ‘marchi il territorio’ frequentemente urinando spesso nel solito punto: questo impedirà che Fido sviluppi velleità da capobranco!

L’aggressività del cane sarà meno accentuata se il pet è abituato sin da piccolo a socializzare con altri cani: in questo modo la loro presenza non sarà percepita come una minaccia e gli incontri diventeranno momenti sempre gioiosi e giocosi.