Parte da Milano per poi essere estesa a tutta Italia la nuova campagna “Non sono un oggetto da sfruttare” lanciata dalla Lega Italiana per la difesa degli Animali e dell’Ambiente per la difesa degli amici dell’uomo contro il loro utilizzo nella pratica dell’accattonaggio.

 

Leidaa contro accattonaggio

 

L’iniziativa comprende una petizione popolare da sottoporre direttamente al Sindaco del capoluogo meneghino ed un servizio veterinario specialistico per avere sempre un supporto professionale immediato per la cura degli animali recuperati e per segnalare anche alle autorità zoofile le condizioni estreme, se necessario, per il sequestro dell’esemplare.
Nella petizione la LEIDAA chiede al sindaco di “prevedere il sequestro amministrativo di tutti gli animali comunque utilizzati durante la pratica dell’accattonaggio”, con l’esclusione solo degli “animali regolarmente detenuti dalla persona priva di fissa dimora, che non li sfrutta”.
Una condizione che, nelle intenzioni di LEIDAA sarà estesa anche alle altre città, come il servizio veterinario specialistico che dovrebbe includere supporto medico anche agli animali randagi ed ai proprietari che hanno difficoltà economiche o sociali.

 

È arrivato il momento di cambiare le regole – ha dichiarato Michela Vittoria Brambilla, presidente della LEIDAA – ed agire con maggiore decisione contro questo fenomeno. Poiché amiamo essere concreti, in attesa che la nostra proposta sia discussa e possibilmente approvata dal consiglio comunale, mettiamo a disposizione dei cittadini un servizio privato che possa almeno in parte colmare le evidenti lacune della vigilanza pubblica. D’altra parte – aggiunge – il problema non è solo di Milano ma di tutte le principali città italiane. Perciò partiamo da qui per un campagna anti-sfruttamento di portata nazionale”.
Grazie al servizio di pronto soccorso veterinaio messo in campo da Samu Italia onlus in Milano e Provincia saranno disponibili 5 ambulanze per animali che, con a bordo un medico veterinario ed una guardia ecozoofila, saranno contattabili per i casi di accattonaggio con animali chiamando il 3664262649 o il numero nazionale 199.302.118. Il servizio è attivo 24 ore su 24.