L’Express, una rivista inglese, ha bandito il concorso “Pet Survivor 2013” per premiare gli animali sopravvissuti a situazioni particolarmente difficili. Collabora all’iniziativa l’associazione PDSA, nota per la sua dedizione caritatevole nei confronti degli animali. A contendersi il primo posto sono 6 finalisti: 3 cani, 2 gatti e un coniglio.

 

1 – Pipp, una femmina di pastore tedesco è stata investita da un trattore riportando una frattura del bacino e gravi lesioni interne. Trasportata d’urgenza all’Abbeydale Veterinary Surgery, le hanno ricostruito l’anca con una placca. La sua proprietaria ha dormito a lungo con lei per infonderle coraggio; adesso è in forma ed ha anche ripreso a correre.

 

2 – Tragica e toccante è la storia di Rex. Il cane ha subito uno scontro con un treno che gli ha causato l’apertura della scatola cranica e la perdita di un occhio. Prontamente trasportato al Swanbridge Veterinary Hospital, Rex è stato miracolosamente salvato. Adesso, seppur cieco da un occhio, ha riacquistato la vitalità e la salute che aveva prima dell’incidente.

 

3 – Will, invece, è un cane che è stato abbandonato a 3 anni. È stato ritrovato al freddo nello Yorkshire Dales, denutrito e con una grave frattura ad una zampa. Will non aveva il microchip e non è stato possibile rintracciare il suo proprietario. Brian e Helen Coates, amanti degli animali, lo hanno trasportato al Kingsway Veterinary Group di Skipton. L’affetto e le cure ricevute gli hanno “ridonato” la vita.

 

4 – La gattina Malteaser mancava da casa da 5 settimane e, quando la proprietaria è riuscita a ritrovarla, l’animale è riapparso in condizioni critiche, le mancava un dente mentre le zampe e le orecchie erano congelate. Anche in questo caso, amore e cure ne hanno garantito la ripresa.

 

5 – Robbie era gattino randagio che, dopo essersi raggomitolato all’interno di un divano abbandonato per riscaldarsi, si è ritrovato avvolto dalle fiamme. Salvato per miracolo, ha dovuto affrontare 6 mesi di riabilitazione per guarire dalle gravi ustioni su zampe, muso e testa. Ora è stato adottato da una famiglia e vive felice.

 

6 – Infine c’è il coniglietto Thumper, che è stato azzannato da una volpe. Il morso gli ha causato la rottura di 4 costole. Era in fin di vita ma con una proprietaria tenace che gli ha dato la forza ed il coraggio per sopravvivere. Ora è un “coniglio bionico” pieno di energie.